Tu sei qui

CasateOnLine

Abbonamento a feed CasateOnLine
Casate Online
Aggiornato: 2 ore 42 min fa

Galgiana: 68enne trovato privo di vita in un campo di Via Bellini, forse stroncato da un malore

Sab, 16/02/2019 - 19:00
I mezzi di soccorso intervenuti in Via Bellini a GalgianaTragedia questa sera a Casatenovo, in frazione di Galgiana. Un uomo di 68 anni è stato rinvenuto senza vita in un prato in Via Vincenzo Bellini, traversa della principale Via Buttafava. Al momento non si hanno ancora certezze sulle cause del decesso, ma dalle prime informazioni raccolte direttamente sul posto pare che all'origine del tragico episodio ci sia un malore che avrebbe colpito il casatese mentre si trovava in un campo agricolo, al limitare di una zona boschiva, dove forse si trovava per una passeggiata. A ritrovare il corpo sarebbe stata una persona che camminando in quell'area ha visto la sagoma a terra, si è avvicinata e si è accorta della gravità della situazione. Sul posto sono giunti in forze vigili del fuoco, sanitari e carabinieri, ma purtroppo per G.G. non c'era ormai nulla da fare. Ora con tutta probabilità saranno disposti degli accertamenti sulla salma per confermare l'eventuale malore dell'uomo che viveva insieme alla famiglia nella frazione casatese dove era molto conosciuto.

Bosisio: vandali ai bagni del Precampel. Al vaglio le immagini delle telecamere

Sab, 16/02/2019 - 17:26
Nuovo vandalismo ai danni dei bagni pubblici in località Precampel a Bosisio Parini. A distanza di nemmeno due mesi dal precedente gesto, qualche malintenzionato ha nuovamente preso di mira la struttura - interamente automatizzata - che offre un servizio ai visitatori e agli escursionisti che passeggiano sul lungo lago. A onor del vero, qualcuno ha provato a forzare il portamonete già nella notte precedente, a cavallo tra giovedì e venerdì, ma il tentativo è fortunatamente andato a vuoto. Non si sa l'autore possa essere lo stesso, ma resta il fatto che una persona ieri sera è tornata a scassinare la struttura per raccogliere solo pochi spiccioli."È avvenuto lo stesso fatto già accaduto a dicembre, sebbene sia opera di persone diverse. In questo caso è stata forzata la porta ed è stato rotto il contenitore che raccoglie le monete. Il danno è piuttosto importante, molto già di quello che abbiamo registrato la scorsa volta: tutto questo per rubare meno di dieci euro visto che la società aveva raccolto i soldi soltanto pochi giorni prima" ha spiegato il consigliere delegato ai rapporti con la cittadinanza, la polizia locale Walter Stucchi. Secondo quanto emerso dalle registrazioni delle telecamere installate sull'area a lago e acquisite dalla polizia locale, si tratterebbe di una persona adulta che è giunta in bicicletta intorno alle 4 di notte. A dicembre, invece, il vandalismo era stato compiuto da una coppia di persone arrivate dal molo a volto travisato.Approfittando del buio della notte l'autore di ieri invece ha agito a volto scoperto e indisturbata, forse pensando di non essere riconosciuta: le inquadrature delle telecamere però lascerebbero poco spazio ai dubbi. "Sporgerò denuncia ai Carabinieri, fornendo loro tutti gli elementi che abbiamo raccolto al fine di individuare il responsabile" ha spiegato il sindaco Giuseppe Borgonovo. "Così come la prima volta, anche in questo caso le telecamere hanno fatto il loro mestiere, inquadrando bene la scena. Il comune si costituirà parte civile nell'instaurare un procedimento penale e chiederà un risarcimento penale nei danni arrecati". Come noto, il sistema di sorveglianza sul quale l'amministrazione ha investito in questo anni è piuttosto capillare con 40 occhi elettronici posizionati in diversi punti del territorio. "Siamo tra i paesi dell'oggionese che hanno investito maggiormente sulla sicurezza e questo sta dando buoni frutti. Abbiamo una telecamera ogni 87 cittadini e abbiamo l'intenzione di potenziare il sistema per poter raggiungere le zone periferiche fino ad ora non comprese e di aggiornare il sistema" ha concluso il primo cittadino.I bagni al Precampel, per il momento restano inagibili, con l'accesso chiuso da transenne e con il nastro segnaletico bianco e rosso.

Costa: volontaria in oratorio e per l'OMG, la 23enne Giorgia vivrà un anno in Brasile

Sab, 16/02/2019 - 15:34
La ventitreenne di Costa Masnaga Giorgia Viganò è pronta a partire per il Brasile. Dopo la cena con amici, famigliari e conoscenti svoltasi sabato 9 febbraio presso l'oratorio del paese, alla sua partenza manca solo il rilascio del visto da parte dell'ambasciata brasiliana. Già volontaria in parrocchia e per l'Operazione Mato Grosso, Giorgia, fresca di laurea in scienze infermieristiche, è pronta a lanciarsi anche in questa sfida: "sarà un anno al servizio dell'altro, di coloro meno fortunati di me".Giorgia ViganòNon sai ancora quando partirai, ma un'idea di ciò che farai ce l'hai già. Ce lo racconti? Partirò, spero a breve, per la missione di Naboreiro nello stato del Mato Grosso in Brasile. Sarò ospite di una coppia, lui toscanoe lei brasiliana, che hanno aperto una casa di accoglienza per ragazze con una realtà famigliare problematica. Vivrò con loro, condividendo i vari momenti della giornata: la colazione, la scuola alla mattina e i compiti e i giochi al pomeriggio. Probabilmente darò anche una mano in un ambulatorio in un paese vicino su cui però, non so dire molto visto che il progetto deve ancora partire. Nel weekend invece, mi occuperò di svolgere attività oratoriali con le ragazze della casa e i giovani del paese. Io parto, serena, per starci un anno intero, poi vedremo. Andrai con l'organizzazione Operazione Mato Grosso con cui hai già collaborato. Puoi spiegarci meglio?Ho cominciato a impegnarmi con l'Operazione Mato Grosso dopo un incontro avuto con i volontari alle scuole superiori. Ne ho fatto parte per più di quattro anni e poi sono rimasta in contatto con loro e con alcuni amici già in missione in Brasile. Sapendo della mia intenzione di partire, sono stati proprio loro a cogliere la palla al balzo, invitandomi a raggiungerli in America Latina. Hai fatto parte dell'Operazione Mato Grosso, prima qui in Italia e ora stai per partire con loro per lo stato brasiliano dove questa organizzazione è nata. Un legame quindi, che non scompare e anzi si rafforza. Come mai? Dell'Operazione Mato Grosso mi ha sempre affascinato la prospettiva, il sogno di una vita diversa che propone e porta avanti nelle attività dei suoi membri. Una vita che non sia solo chiusa su sé stessi ma sia aperta e spesa per gli altri. Mi ha dato l'opportunità di riempire le giornate in maniera diversa, con persone diverse e con un obbiettivo che andasse oltre l'egoismo e il pensare solo a se stessi. E cosa facevate nel concreto?Ho fatto i lavori più diversi. Mi sono occupata di traslochi, sgomberi e eventi solidali: quanto raccoglievamo, serviva per finanziare le missioni presenti in America Latina come quella dove sto per andare. La scelta di impegnarsi con l'Operazione Mato Grosso è seguita alla tua attività in oratorio. C'è un legame tra le due esperienze?Sì certo, con l'oratorio mi occupavo delle attività con i ragazzi alla domenica, del doposcuola e durante le vacanze estive. A accumunare queste esperienze con quella con l'Operazione Mato Grosso, sia qui in Italia che in Brasile, è una costante: dedicare la propria vita, il proprio tempo non solo a se stessi ma anche alle altre persone, a chi più ne ha bisogno. L'oratorio è stato il luogo dove è cresciuto il mio mettermi a disposizione degli altri senza un ritorno. perlomeno economico.Come dimostra la tua storia di impegno, sei molto determinata a partire e a vivere al meglio questa esperienza. C'è qualcosa che ti preoccupa e ti fa paura?Sicuramente la lingua. Non so il portoghese e temo di non riuscire a comunicare, almeno nei primi tempi, con le persone che incontrerò, capendo i loro bisogni e le loro necessità. In questo senso temo anche di non riuscire a avvicinarmi nel modo giusto alle loro vite: non ho la presunzione infatti, di cambiare delle vite ma ho solo l'ambizione di testimoniare alle persone del posto che ce ne sono altre che si interessano a loro nella quotidianità.Al di là di ciò che farai, come te la immagini la situazione brasiliana?La vedo come me l'hanno descritta finora: una realtà in cui mancano o sono deboli quei valori che abbiamo noi come l'amore per la famiglia o il rispetto agli altri. Il paese dove mi troverò invece, me lo immagino immerso in un contesto rurale con animali in giro e tanta semplicità. Sarà, credo, un ritorno alle origini, ai fondamenti della vita e della società umana. E ciò mi fa un po' paura, lo ammetto. Mi spaventa la possibilità di non avere più tutte quelle comodità con cui sono cresciuta e a cui sono abituata.Oltre alle paure, cosa ti affascina del viaggio e del periodo che stai per vivere?Mi spaventa ma allo stesso tempo mi intriga decisamente tanto questo ritorno alle origini: sarà un'occasione per riscoprire cosa c'è veramente di essenziale nella vita. Se non ho il telefono per organizzare un'uscita, un incontro, immagino di poter andare in casa delle persone senza doversi per forza sentire prima e organizzare tutto nei minimi dettagli per via di mille impegni. Per chiudere, quali sono i sentimenti che frullano nella testa di Giorgia in questi giorni che precedono la partenza?Sicuramente, lo stress. Non so se sia un sentimento ma è quanto sto provando in questi giorni, non sapendo ancora di preciso quando arriverà il passaporto e quando finalmente potrò partire. Al di là di questo problema, che spero si risolva al più presto, sono un po' impaurita sia per ciò che lascio sia per ciò a cui andrò incontro. E' la solita paura dell'ignoto a cui si accompagna anche una profonda fiducia di stare per vivere un periodo faticoso m sicuramente bello e coinvolgente. Al di là delle prime difficoltà, spero di ambientarmi presto e senza particolari problemi e nostalgie. E ho la speranza di tornare, vedere le cose cambiate e di riuscire a camminare ancora insieme, nonostante questa pausa, con le persone che amo e mi sostengono in questa avventura.

Missaglia: Martina Casiraghi ottiene l'oro ai campionati italiani di marcia

Sab, 16/02/2019 - 15:15
Un'altra medaglia d'oro per la giovane sportiva Martina Casiraghi che ha raggiunto un altro importante risultato ai campionati italiani di marcia svoltisi lo scorso sabato 9 febbraio ad Ancona. Dopo aver conquistato il primo posto ai CDS di marcia, lo scorso 27 gennaio, la missagliese  ha ottenuto una nuova medaglia, inaugurando così un anno che si preannuncia ricco di soddisfazioni ed entusiasmo. La promettente atleta residente a Ossola, ha partecipato nella categoria allieve alla marcia indoor da 3 km che l'ha vista porsi fin da subito in testa alla gara e ad incrementare, giro dopo giro, il proprio distacco dalle avversarie. Martina CasiraghiUlteriore fonte di orgoglio è stato, oltre alla prima posizione conquistata, anche il superamento del proprio record personale che ora si attesta a 14'22''85, migliorando di ben 38 secondi il vecchio risultato di 15'01 realizzato lo scorso anno nella medesima pista. Nonostante una breve pausa dagli allenamenti a causa di un problema al ginocchio che l'ha vista ferma nel mese di gennaio, Martina non ha comunque rinunciato a cogliere l'occasione dei campionati italiani per migliorare i suoi tempi e la sua performance in generale. Grande soddisfazione anche per l'associazione sportiva di cui fa parte da ormai un anno, la squadra di Atletica Bergamo 1959 Orio Center, dalla quale era stata chiamata precedentemente proprio grazie al suo talento dimostrato nel corso delle molte competizioni che l'hanno vista protagonista in diversi gradini del podio. Essendo entrata ora nella categoria allieve, superiore di livello rispetto ai cadetti, Martina cerca oggi più che mai di coniugare il sempre più intenso impegno sportivo con la propria vita da studentessa, e in questo un ruolo importante è sicuramente rivestito dal padre, Luciano Casiraghi, storico triathleta finisher che ora è proprio il suo allenatore. "Come famiglia siamo sicuramente orgogliosi dei suoi risultati ma quello che conta davvero è che lei possa sentirsi davvero soddisfatta quando pratica questo sport e che non rinunci mai a fare quello per cui si sente portata. Noi la sosteniamo e siamo presenti in questa sua esperienza sportiva, e speriamo sempre che il duro allenamento che affronta con costanza possa darle i frutti che con tanta voglia cerca sempre di ottenere" ci ha raccontato la mamma Stefania, esprimendo il suo sincero orgoglio. La prossima sfida per Martina sarà la competizione di marcia su strada da 10 km che si terrà a Cassino il prossimo marzo e che la vedrà coinvolta nel suo obbiettivo più grande: migliorarsi continuamente.

Barzanò: ottimi risultati per le ginnaste di Giocosport a Arcore

Sab, 16/02/2019 - 15:00
Buonissimi risultati per le ginnaste di Giocosport Barzanò SSD che domenica 10 febbraio 2019 ad Arcore hanno partecipato alla prova provinciale di ginnastica artistica del CSI.Lupette SmallSuddivise nel programma di squadra Small e nei programmi individuali Medium e Large, sono state ben 39 le bambine e ragazze della società di Barzanò (alcune di loro alla prima esperienza di gara di CSI) che hanno gareggiato eseguendo un esercizio a corpo libero, uno alla trave e due salti al volteggio o mini trampolino. Pulcine MediumEmma Cazzaniga - Lupette MediumNel programma Small, categoria Lupette, la squadra composta da Camilla Ballabio, Matilde Pozzi, Maria Botezat, Nicole Panzera, Nives Ciancio si è classificata seconda. Caterina Laggetta - Allieve MediumArianna Farina - Allieve MediumNel programma Medium, invece, sono state di più le ginnaste che hanno gareggiato e ottenuto un buon risultato.Le bambine più piccole della categoria Pulcine, hanno conquistato l'intero podio: prima classificata Giulia Negri, seconda Gaia Mistò, terza Asia Livoti.Luana Livoti - Junior LargeTigrotte MediumNella categoria Lupette, Emma Cazzaniga si è classificata terza e Viola Reggia quarta.Anche nella categoria Tigrotte i risultati sono stati buoni: infatti, ben cinque ginnaste sono riuscite ad accedere alla fase regionale.Lupette e Allieve SmallPulcine MediumNella categoria allieve, invece, ottimo secondo posto per Caterina Laggetta, terzo posto per Arianna Farina e quarto per Elisa Godina.Infine, nel programma Large, categoria Junior, Luana Livoti si è classificata terza e Cristina Stanizzi quarta.Tanti i complimenti da parte delle insegnanti a tutte le ginnaste che hanno partecipato mettendosi alla prova: indipendentemente dai singoli risultati, quella di domenica ad Arcore è stata un'ottima gara per le ginnaste di Giocosport Barzanò.Il prossimo impegno sarà a marzo con la prova regionale a cui si sono qualificate in tutto ben 28 ginnaste (21 del programma Medium, 2 del programma Large e una squadra Small di 5 ginnaste).

SIRTORI: APPELLO PER RITROVARE UN CANE SMARRITO

Sab, 16/02/2019 - 12:42
Riceviamo e pubblichiamo un appello per ritrovare un cane scomparso da giorni a Sirtori:

Molteno, PD: un questionario per le elezioni amministrative

Sab, 16/02/2019 - 12:28
Il gruppo del partito democratico (PD) di Molteno risponde alla chiamata delle elezioni amministrative in programma per la prossima primavera e, attraverso la partecipazione attiva dei cittadini, prova a gettare le basi per formare una lista. Il circolo ha infatti promosso un questionario che verrà distribuito in questi giorni a 1.400 famiglie per raccogliere informazioni sui diversi aspetti amministrativi, anche nell'ottica di una maggiore collaborazione con i comuni vicini, Garbagnate Monastero e Sirone. Da sinistra Angelo Rigamonti, Barbara Gilardi e Carlo Molteni"Vogliamo sensibilizzare i cittadini a essere presenti e a partecipare a questo momento di democrazia. Avremmo potuto restare a casa, ma non saremmo rimasti tranquilli perché vogliamo provare a coinvolgere nuove persone e a far crescere l'interesse. La democrazia infatti cresce e i diritti si acquisiscono se c'è la partecipazione" ha spiegato il coordinatore del circolo Angelo Rigamonti che ha presentato l'iniziativa insieme ai colleghi Carlo Molteni e Barbara Rigamonti. L'idea è quella di provare a formare, in vista della prossima tornata elettorale, un gruppo che possa puntare sui temi giovanili, sociali e sull'istruzione. "Noi possiamo fornire l'appoggio della nostra esperienza per formare una lista che possa offrire un miglioramento della presenza politica attraverso la sensibilizzazione dei cittadini. Purtroppo non si riesce a sbloccare il pregiudizio ingiustificato contro i partiti che dovrebbero creare la classe dirigente del nostro paese. Crediamo si debba cominciare da piccolo, senza dimenticare le nostre radici e la nostra formazione cristiana". "L'idea è di aumentare le occasioni di incontro e di relazione che in questi anni sono venute a mancare" ha rimarcato Molteni, mentre Barbara Gilardi ha annunciato che, per le prossima tornata elettorale, con ogni probabilità non si ricandiderà per motivi personali. "Ho trascorso vent'anni in amministrazione e ora mi piacerebbe vedere che qualche giovane si interessi del paese". Il questionario è composto da 13 domande che riguardano l'informazione e la partecipazione attraverso l'istituzioni di commissioni consiliari o il rapporto con i comuni limitrofi: "Le amministrazioni comunali in questi anni hanno lavorato ciascuna per conto proprio, senza riuscire a fare pressioni ai tavoli provinciali e regionali. Oggi ci si scambia accuse quando si dovrebbe pensare a costruire una comunità. Ricordiamo invece che in passato rappresentanti di Molteno hanno contribuito alla costruzione dell'acquedotto della Brianza (oggi Lario Reti Holding), di Silea e del sistema di collegamento e raccolta delle acque: all'epoca c'era una squadra che lavorava insieme e che vorremmo si formasse nuovamente" ha aggiunto Rigamonti. La seconda parte del questionario contiene domande relative alle opere pubbliche, come marciapiedi, rotatorie, progetti per l'ex asilo Isabella Riva, l'area ex Badoni e il terreno a verde a Luzzana.Il gruppo PD raccoglierà entro il 5 marzo alle 21 le risposte dei cittadini giunte sia attraverso l'apposita cassetta in via San Rocco, 36 oppure tramite mail. Al termine della raccolta dei dati, verrà organizzato un incontro pubblico per valutare e analizzare le risposte.

Lomaniga, una mamma: quando un parco giochi in frazione? Sindaco, si farà nel 2020

Sab, 16/02/2019 - 12:18
AAA...cercasi un parco giochi per i bambini che risiedono a Lomaniga. E' l'appello che ha voluto affidare alle pagine (web) del nostro giornale Laura Cozzi, una mamma che si è trasferita nella frazione missagliese una decina di anni fa e che da qualche tempo a questa parte, sta portando avanti una piccola ''battaglia'' per dotare anche Lomaniga di un'area di svago per i più piccoli, che allo stesso tempo possa fungere da luogo di aggregazione anche per le numerose famiglie che vivono nella località missagliese al confine con Montevecchia attraversata dalla strada provinciale 54. Attualmente non esistono zone ludiche all'aperto nè comunali, nè parrocchiali; anche il campetto che si trova alle spalle della chiesa infatti, non viene utilizzato da anni.Via Leonardo da Vinci a Lomaniga, con il parcheggio e la scuola dell'infanzia, nei pressi dei quali sarà realizzato il parco giochi''E' da tre anni e mezzo, da quando cioè è nata mia figlia, che mi sto battendo per poter vedere realizzato un parco giochi qui a Lomaniga. Ho chiesto più volte un appuntamento con il sindaco e anche con il parroco, spiegando loro l'esigenza di poter disporre di questo spazio, che rappresenta a mio avviso un'esigenza per tante famiglie qui a Lomaniga'' ci ha raccontato la mamma missagliese, già pronta ad avviare una vera e propria raccolta firme per sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni. ''Ad oggi però, nostante le promesse, i bambini che ogni pomeriggio escono dalla scuola dell'infanzia sono costretti a giocare nel vicino parcheggio, non essendoci nessun luogo dedicato a loro. So che c'è un programma un progetto del Comune, ma mi piacerebbe vederlo finalmente realizzato. Invece secondo le ultime notizieIl sindaco Bruno Cripparaccolte, non sarà fatto almeno fino all'anno prossimo. A me pare un'opera necessaria e urgente: basterebbero un'altalena e uno scivolo, nulla di faraonico''.Il parco giochi a Lomaniga si farà, anche se non nell'immediato. Parola del sindaco Bruno Crippa che, contattato telefonicamente, ha sostanzialmente ribadito l'intenzione di realizzare una piccola area di svago in prossimità dell'attuale posteggio della scuola dell'infanzia. ''Il prossimo 6 marzo approveremo il bilancio di previsione nel quale è inserito anche il passaggio pedonale che collegherà Via Leonardo da Vinci all'ex scuola elementare. Abbiamo trovato un accordo con la parrocchia, proprietaria dei terreni, per poter procedere con quest'opera e, una volta realizzata, passeremo al parco giochi, che prevediamo di inaugurare nel 2020'' ha spiegato il primo cittadino, indicando altre opere che saranno portate avanti a Lomaniga nelle prossime settimane: la sistemazione della rete acque chiare/acque scure, la modifica della viabilità tra Via da Vinci e Via Alpi con la creazione di un anello e di un sistema di sensi unici e il completamento del marciapiede per collegare la rotonda dell'Albareda al bar Clodia. Insomma...il parco giochi si farà, ma per vederlo realizzato mamma Laura e le altre famiglie della frazione devono dotarsi, ancora per diversi mesi, di tanta pazienza.

A2, 20^ giornata: preview Edelweiss Fassi Albino - B&P Costa Masnaga

Sab, 16/02/2019 - 11:29
Una trasferta che si preannuncia molto più ostica di quello che potrebbe sembrare dando semplicemente un'occhiata alla classifica. Fassi Albino, infatti, si trova al dodicesimo posto, a quota 12 punti in compagnia di Sanga Milano, San Martino di Lupari e Carosello Carugate. Dall'arrivo di Melisa Brcaninovic, la squadra bergamasca ha, però, un bilancio di quattro vittorie e sole due sconfitte, dopo un girone di andata molto complicato. Non bisogna dimenticare che, due giornate or sono, anche Moncalieri ha fatto una gran fatica a passare su questo parquet, ragion per cui sarà necessario porre la massima attenzione e avere il giusto atteggiamento. All'andata finì 64-49 per Basket Costa, con un secondo quarto da 25-8 che fece la differenza.Le statistiche In queste prime diciannove giornate, Carosello Carugate ha segnato 56,9 punti di media, tirando con il 40% da due punti, con il 22% dal perimetro e con il 73% dalla lunetta. I rimbalzi di media catturati sono 34,5 e gli assist 7,2, mentre ha un saldo in passivo tra palle perse (17,5) e palle recuperate (8,2).La migliore realizzatrice è Brcaninovic con 24 punti di media (in sole 5 gare però), seguita a ruota da Iannucci (17,5 pt) e Bonvecchio (11,3 pt). A rimbalzo spicca ancora il terzetto Brcaninovic (10 di media), Iannucci (5,5) e Bonvecchio (5,5), mentre tra gli assist guida proprio Bonvecchio, con 2,3 di media.Il precampionato delle nostre avversarie Coppa Lombardia: Basket Costa Masnaga-Fassi Edelweiss Albino 65-49Coppa Lombardia: Carosello Carugate-Fassi Edelweiss Albino 67-58Finali Coppa Lombardia: Edelweiss Fassi Albino-SCS Varese 67-63Amichevole: Sanga Milano-Edelweiss Fassi Albino 61-64Le ultime sfideCoppa Lombardia 2018: Basket Costa Masnaga-Fassi Edelweiss Albino 65-49 Stagione 2017/18 Andata B&P Autoricambi Costa Masnaga - Edelweiss Fassi Albino 68-53Ritorno Edelweiss Fassi Albino - B&P Autoricambi Costa Masnaga 54-81 Il roster7 Federica Iannucci11 Francesca Agazzi12 Elisa Silva14 Alessia Panseri15 Ilaria Bonvecchio16 Giovanna Birolini18 Micaela Gionchilie21 Emanuela Valente25 Melisa Brcaninovic30 Lisa Pintossi32 Benedetta Peracchi33 Sara Moro Allenatore: Giuliano StibielPrimo assistente: Marco Villa Le avversarie ai raggi-xTorna l'appuntamento settimanale con coach Pirola. Domani sera si gioca ad Albino, che arriva da una grande vittoria a Milano dopo aver passato una settimana travagliata e chiaramente vorrà fare il colpaccio per tanti motivi: quali sono le chiavi su cui si baserà la possibilità di vincere? Ordine in attacco, senza andare in confusione nei momenti di difficoltà che ci potrebbero essere?"Siamo una squadra con tante armi. Dovremo limitare le loro marcatrici e far bene le nostre cose in attacco, consci che sui rimbalzi si farà la differenza".L'innesto di Brcaninovic (24 punti di media e il 50% da tre in 5 gare) ha portato un'altra "bocca da fuoco" in attacco oltre a Iannucci nel roster di Albino: servirà un'attenzione particolare su queste giocatrici da parte della nostra difesa? "Albino ha un attacco particolarmente prolifico, in particolar modo con loro due: di conseguenza, sarà molto importante prendere loro le misure in fretta".All'andata qualche palla persa di troppo ti aveva fatto arrabbiare, così come un approccio con poca intensità (17-20 alla fine del primo quarto): sono le classiche insidie dietro l'angolo anche per domani sera oppure non pensi che quegli errori si possano ripresentare?"Penso che l'ultima cosa da fare sia prendere alla leggera questa trasferta".In generale, che tipo di partita ti aspetti? "Mi aspetto una partita in cui Albino proverà a sorprenderci con qualche soluzione ad hoc, mentre noi proveremo a fare la nostra gara cercando come sempre il punto debole dell'avversario".Le ragazze sono tutte a disposizione per la trasferta? "C'è il dubbio Longoni, che ha preso un brutto colpo in allenamento: vedremo come andrà".PH: Ferruccio Colombo

Bosisio: ordinanza per sfollare la famiglia nella fattoria del Bordone dopo l’incendio

Sab, 16/02/2019 - 08:28
Sgombero degli abitanti di via del Carreggio, 1 a Bosisio Parini. A seguito dell'incendio divampato nella serata di giovedì 14 febbraio, nei pressi dell'area del Bordone, al confine con la superstrada 36, il sindaco ha emesso, nella giornata di venerdì 15 febbraio, un'ordinanza contingibile e urgente per il rilascio immediato dei locali inagibili e il conseguente obbligo di sfollare la famiglia con i tre minori, di origine straniera, ivi presente. Un'immagine di repertorio della proprietà di Villa Bordone, dove si è verificato l'incendioSecondo le informazioni raccolte, nella prima serata di giovedì aveva preso fuoco, per ragioni ancora da accertare, il tetto di un immobile rurale presente nella tenuta della villa del Bordone, nota anche come "la Rocchetta di Bosisio", edificio commissionato negli anni '20 all'architetto Aldo Andreani. Il casolare che si trova all'interno della proprietà è un edificio caratterizzato da una valenza storico-architettonica tanto che l'amministrazione aveva deciso di tutelarlo all'interno del Piano di governo del territorio (Pgt) in quanto si tratta di uno dei primi immobili rurali in quella zona del paese. La fattoria, risalente al 1700, esisteva già prima della creazione della residenza di pregio, realizzato in epoca successiva. Nell'immobile situato al confine della tenuta, come dicevamo, l'altra sera è divampato un incendio che ha interessato circa 30mq di tetto, andati distrutti. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco per domare le fiamme e i Carabinieri per accertare l'accaduto.I pompieri, a seguito dell'intervento, hanno fatto pervenire all'ufficio urbanistica del comune un verbale dal quale si evince che l'edifico è "inagibile a causa delle precarie condizioni igienico sanitarie e di sicurezza". Nella mattinata di venerdì 15 febbraio, i tecnici dell'ufficio urbanistica e i vigili della polizia locale hanno effettuato un sopralluogo sul posto rilevando la necessità di uno "sgombero immediato dei locali ritenuti inagibili al fine di tutelare la pubblica incolumità, sino al ripristino delle preesistenti condizioni di agibilità". Via del Carreggio a Bosisio Parini, la strada che collega la SS36 alla zona del BordoneA seguito delle relazioni sullo stato di fatto pervenute al comune, il primo cittadino Giuseppe Borgonovo, attraverso l'ordinanza n. 2/2019, ha imposto il rilascio immediato dei locali dell'abitazione e il "divieto di utilizzo o di permettere l'uso a qualsiasi titolo dei locali sopra menzionati fino alla revoca della presente ordinanza, previo ripristino delle preesistenti condizioni di agibilità, sulla scorta di perizia tecnica redatta da professionista abilitato con la verifica di sicurezza statica dell'edificio per le parti strutturali interessate dall'incendio nonché la verifica degli impianti installati nell'alloggio".

Missaglia, cantiere della scuola: è pronto il progetto per gli ultimi lavori da appaltare

Ven, 15/02/2019 - 19:18
Un'immagine odierna della scuola primaria Teodoro Moneta vista dalla strada provinciale 54Nuovo capitolo nell'ambito della vicenda che riguarda il cantiere della scuola primaria Teodoro Moneta di Missaglia. Nei giorni scorsi la giunta comunale del sindaco Bruno Crippa ha approvato il progetto esecutivo dei lavori che mancano per terminare l'opera, rimasta incompleta a seguito della vertenza che si è aperta con la società che più di due anni fa aveva ottenuto l'appalto per l'ampliamento della struttura scolastica, per ricavare nuove aule e spazi aggiuntivi per l'attività didattica. Liberato il cantiere -anche su sollecitazione del giudice del tribunale di Lecco, Dario Colasanti al cospetto del quale si sta svolgendo la causa civile - ora il Comune ha intenzione di disporre l'affidamento degli ultimi lavori mancanti, per i quali ha appunto approvato di recente il progetto esecutivo. All'interno restano infatti da completare il locale mensa, la cucina e altre piccole opere, mentre fuori manca la posa dei pannelli sulle facciate, di quelli solari sulla copertura e la realizzazione del giardino pensile. Opere quantificate in 215.600 euro complessivamente. ''Per quanto riguarda i locali interni, mancano davvero pochi lavori che potranno essere realizzati in breve tempo, attraverso un affidamento diretto'' ha concluso Crippa, secondo il quale le opere - il cui valore è stimato in 42.800 euro circa - dovrebbero completarsi in cinque, sei settimane.Il secondo lotto riguarda invece le aree esterne, con una spesa di 172.800 euro stimata e un cronoprogramma che prevede di concludere i lavori entro l'inizio del prossimo anno scolastico. Se tutto andrà come deve andare insomma, a settembre alunni e insegnanti potrebbero disporre di una scuola finalmente ultimata in tutte le sue parti.

Monticello: per i lavori di LRH in via volta doppio senso di marcia

Ven, 15/02/2019 - 16:41
L'imbocco di Via Volta all'intersezione con la strada provinciale 51In concomitanza con i lavori per il rifacimento della rete idrica e fognaria tra Via Volta e Via Foscolo, la Polizia locale di Monticello ha firmato un'ordinanza viabilistica entrata in vigore giovedì 14 febbraio. Il documento prevede l'istituzione del doppio senso di marcia sull'intera Via Volta - dall'incrocio con Via Provinciale (zona sottopassaggio pedonale) sino al condominio Cima Paradiso al civico 23 - e allo stesso tempo la chiusura totale nel tratto fino all'incrocio con Via Foscolo. Istituito anche un divieto di sosta sull'intero tratto oggetto dell'ordinanza, che avrà efficacia sino alla conclusione dei lavori.

Anas: limitazioni al transito sulla SS36 per lavori nelle gallerie

Ven, 15/02/2019 - 16:07
Per consentire i lavori di manutenzione periodica ordinaria degli impianti tecnologici in galleria, lungo la strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga", nel territorio provinciale di Lecco, saranno istituite alcune limitazioni al transito secondo il seguente calendario. La carreggiata sud, in direzione Milano, della strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga” sarà chiusa tra il km 92,400 (svincolo Trivio di Fuentes) ed il km 75,350 (svincolo di Bellano), nei territori comunali di Colico, Dorio, Dervio e Bellano, dalle ore 00:00 di lunedì 18 febbraio alle ore 5 di martedì 19 febbraio 2019. La carreggiata in direzione sud sarà chiusa inoltre tra il km 75,350 (svincolo di Bellano) e il km 57,700 (svincolo di Abbadia Lariana), nei territori comunali di Bellano, Varenna, Mandello del Lario e Abbadia Lariana, dalle ore 00:00 di martedì 19 febbraio alle ore 5 di mercoledì 20 febbraio 2019. La carreggiata nord, in direzione Colico, sarà chiusa tra il km 57,700 (svincolo di Abbadia Lariana) ed il km 75,350 (svincolo di Bellano), dalle ore 00:00 di mercoledì 20 febbraio alle ore 5 di giovedì 21 febbraio 2019. La carreggiata in direzione nord sarà chiusa inoltre tra il km 75,350 (svincolo di Bellano) e il km 92,400 (svincolo Trivio di Fuentes), dalle ore 00:00 di giovedì 21 febbraio alle ore 5 di venerdì 22 febbraio 2019. Durante le ore di chiusura la circolazione sarà deviata lungo la rete viaria comunale e provinciale mediante segnaletica apposta in loco. Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800.841.148

Greppi: gli informatici mettono in mostra le loro abilità al Cisco Academy Day 2019

Ven, 15/02/2019 - 15:54
Cisco Academy day: un'altra bella soddisfazione per l'istituto superiore Greppi di Monticello. Nei giorni scorsi una rappresentanza degli studenti di classe quinta dell'indirizzo informatico si è recata al centro congressi NH di Assago per prendere parte alle attività organizzate da Cisco e eForhum. Gli studenti dell'istituto Greppi di Monticello che hanno preso parte al ''Cisco Academy day'' insieme ai professori Villa e PetraccaI circa duecento ragazzi presenti sono stati suddivisi in due grandi gruppi, affinchè l'esperienza potesse essere maggiormente gestibile. Una parte di studenti si è quindi occupata di svolgere attività di laboratorio mentre l'altra ha presenziato a testimonianze di aziende i cui dipendenti hanno ottenuto certificazioni Cisco. Per quanto riguarda i laboratori, tre erano le sezioni di approfondimento presenti: programmazione, cyber-security e networking, per ognuna delle quali erano stati allestiti tre tavoli, ciascuno formato da dieci studenti circa. Il più meritevole, dopo una ''challenge'' lanciata dagli istruttori, ha ottenuto una maglietta a ricordo della giornata formativa. Per il Greppi hanno preso parte all'esperienza undici ragazzi complessivamenti, selezionati in 5IB e 5TA. Fra loro a ricevere il premio sono stati Marco Colombo, Andrea Longoni e Marco Piacentini, che hanno concorso nell'ambito networking, sfidandosi sugli apparecchi di rete e sull'abilità nel riuscire ad accedere ai dispositivi degli avversari, bloccandoli. ''Dopo un'ora e mezza i gruppi si sono scambiati. Nella seconda parte abbiamo potuto assistere alla presentazione dei settori in cui le aziende partner di Cisco operano, concludendo con la possibilità di fare domande a coloro che hanno ottenuto la certificazione'' ci hanno spiegato questa mattina i ragazzi. ''In tutti i casi le loro esperienze sono iniziate da un percorso di studi simili al nostro, mentre i corsi organizzati da eForhum sono stati valutati positivamente, avendo offerto molte possibilità di lavoro''.Accompagnati dal professor Vincenzo Villa, oltre ai tre studenti già citati, hanno preso parte all'esperienza anche Emanuele Magni, Lorenzo Titta, Cristian Colombo, Giuseppe Gentile, Lorenzo Androtti (5IB) e Edoardo Casati, Matteo Orlandoni e Michele Castellazzi (5TA).

Casargo: il 27 ''Cenando con le stelle''

Ven, 15/02/2019 - 15:40
Mercoledì 27 febbraio alle ore 19.30 presso il CFPA di Casargo si terrà  l'evento "Cenando con le stelle". Si tratta del secondo appuntamento dell'iniziativa che si svolgerà con la partecipazione dello chef stellato Stefano Binda. Per confermare l'adesione segreteria@cfpacasargo.it o 0341.840.250

Casatenovo: la compagnia teatrale di Villa Mariani debutta a Seregno

Ven, 15/02/2019 - 14:46
Venerdì 8 febbraio è andato in scena presso l'Auditorium del Comune di Seregno lo spettacolo E' TUTTA UN'ALTRA STORIA, scritto e diretto da Irene Carossia, con la Compagnia Stabile Villa Mariani.Ad applaudire lo spettacolo un pubblico di oltre 380 persone fra bambini e genitori, in un Auditorium gremitissimo ed entusiasta che ha vissuto l'ironia dei personaggi e della vicenda nella quale Cenerentola, Alice, Biancaneve, la Fata Turchina, Jasmine, Madre Gothel e Capitan Uncino, imparano a convivere abbandonando gli stereotipi dei propri ruoli.Uno spettacolo trascinante e divertentissimo nel quale la Compagnia Stabile Villa Mariani ha espresso, ancora una volta il proprio straordinario professionismo e la propria forza interpretativa.Gli splendidi costumi creati dalla costumista Anna Maria Mazzoni hanno reso ancora più magica ed emozionante l'atmosfera creata, destando meraviglia nei bambini e ricordi d'infanzia negli adulti.Importante il tema centrale dello spettacolo nel quale i personaggi delle favole, tolti dai loro singoli contesti, si trovano nella necessità di creare un mondo nuovo con regole altre, dove ognuno possa avere lo spazio per esprimere liberamente se stesso al di fuori dei ruoli imposti.Apprezzatissimo dai genitori e dagli amministratori, Assessore alla cultura e sindaco, il tema dell'integrazione che emerge in un susseguirsi di battute e situazioni esilaranti. Nei due giorni successivi altre due repliche dello spettacolo messo in scena a Villa Mariani ne hanno siglato definitivamente il successo.Oltre 300 presenze, un pubblico meraviglioso di nonni e nipoti che hanno condiviso la voglia di giocare insieme ritrovando un tempo prezioso, quello della condivisione e del teatro.Una occasione di divertimento, di riflessione, di memoria e di acquisizione di una certezza: abbiamo tutti bisogno del tempo per stare insieme immersi nella bellezza, nell'arte, nella cultura e nel sentimento condiviso.

Casatenovo: fine settimana di solidarietà con la Croce Rossa

Ven, 15/02/2019 - 14:41
La locandina dell'iniziativa della Croce RossaUn'iniziativa di charity e solidarietà, nata dalla collaborazione tra Croce Rossa Italiana e i Centri Commerciali d'Italia associati al CNCC, con l'obiettivo di promuovere la cultura della cittadinanza attiva, utilizzando quindi gli spazi di aggregazione dei centri commerciali e outlet. La campagna nasce con lo scopo di promuovere i valori umanitari e aumentare il coinvolgimento della popolazione rispetto ai bisogni della propria comunità. Nelle due domeniche del 17 e 24 febbraio i volontari della Croce Rossa Italiana saranno presenti nei 314 centri commerciali aderenti all'iniziativa con un corner adibito alla raccolta fondi. In ogni postazione verranno organizzate numerose attività di promozione di stili sani di vita. L'obiettivo della campagna è di raccogliere, tra le donazioni spontanee dei visitatori e il contributo diretto degli stessi centri commerciali, la cifra da destinare all'acquisto di ambulanze a sostegno delle comunità. L'iniziativa che si terrà nelle due domeniche di febbraio è un'occasione per dimostrare in concreto che gli spazi del retail possono trasformarsi in luoghi di promozione di buone pratiche e di diffusione di attività a sostegno della prevenzione e della cura della salute. Commenta Massimo Moretti, Presidente CNCC: "I centri commerciali italiani hanno nel proprio DNA il valore della comunità e della solidarietà: siamo infatti prima di tutto delle piazze, dove accogliere liberamente i nostri concittadini. I centri commerciali italiani hanno sempre promosso eventi molto attenti al sociale ed ai valori etici dello stare insieme. L'orgoglio, questa volta, è di aver messo a fattor comune questi valori ed aver organizzato con Croce Rossa Italiana, per la prima volta in Europa, un evento unico su tutto il territorio nazionale, per sostenere, con mezzi concreti, la CRI." "La nostra missione - commenta Flavio Ronzi, Segretario Generale della Croce Rossa Italiana - è essere ovunque per chiunque. Ancor di più, quindi, nei centri commerciali che sono le nuove agorà moderne dove le persone, che fanno parte di una stessa comunità, s'incontrano e trascorrono qualche ora di svago. Per la CRI, essere contemporaneamente in più di 300 di questi luoghi, in tutta Italia, vuol dire conoscere i propri vicini di casa, prenderli per mano e condividere con loro momenti di sensibilizzazione sull'importanza della prevenzione e per un'informazione puntuale sui corretti stili di vita. Per questo - continua Ronzi - ringrazio il CNCC per questa opportunità di visibilità dei nostri progetti e di sostegno concreto per tenere in salute le nostre comunità". I Volontari del Comitato di Casatenovo saranno presenti presso il supermercato Bennet del capoluogo per illustrare le molteplici attività svolte e offrire gratuitamente il controllo della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca e della saturazione nonché dei livelli di colesterolo nel sangue, con l'obiettivo di tenere sotto controllo la salute della comunità tutta.

Casatenovo: bonus sociale, ai CAF l'assistenza sarà gratuita

Ven, 15/02/2019 - 14:34
I cittadini di Casatenovo per la domanda dei bonus sociali per le utenze di energia elettrica, gas naturale ed acqua potranno essere assistiti gratuitamente presso i CAAF di CGIL, CISL e ACLI. La convenzione stipulata dal Comune, dopo l'approvazione di Giunta, prevede che i CAAF si occupino per i cittadini casatesi della compilazione della domanda relativa a Bonus energia elettrica, Bonus gas naturale e Bonus sociale idrico; presso i CAAF verrà inoltre calcolato l'ISEE e saranno inoltrate le domande alle piattaforme telematiche. Il Comune corrisponderà un importo di 5 euro per ogni pratica trasmessa ed acquisita sulla piattaforma dedicata. Il cittadino non dovrà sostenere costi.I bonus sociali sono riservati ai nuclei familiari ed alle persone in difficoltà e la loro finalità è quella di contribuire, per questi nuclei, al contenimento delle spese per le utenze di casa. Si possono prendere informazioni presso l'Ufficio sociale del Comune o anche presso i CAAF per verificare il possesso dei requisiti e poi, senza spendere nulla, istruire la pratica con l'assistenza dei CAAF.''L'approvazione della delibera di giunta è anche l'occasione per informare i cittadini che, pur avendo diritto a queste misure, spesso non ne sono adeguatamente informati e restano purtroppo esclusi da misure di sostegno di cui hanno pieno diritto. L'invito è quello di informarsi ed aderire ai servizi gratuiti messi a disposizione. Comune e CAAF sono peraltro tenuti alla piena riservatezza dei dati dalle norme vigenti'' le parole dell'assessore ai servizi alla persona, Fabio Crippa.

PUBBLICO IMPIEGO: OFFERTA DAL COMUNE DI BARZANO'

Ven, 15/02/2019 - 14:15
RICHIESTE PER L'AVVIAMENTO A SELEZIONE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Normativa di riferimento:- ART.16 LEGGE 56/87 - Deliberazione Giunta Regione Lombardia n. 4890 DEL 15/06/2007 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZINI- Deliberazione Giunta Provincia di Lecco n. 354 del 2012/2007e successive modifiche ed integrazioni ( formulazione della graduatoria su base Provinciale)- D.LGS 150 DEL 14/09/2015 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI.1) ENTE: COMUNE DI BARZANO'UNITA': 1 Esecutore AmministrativiDURATA: Tempo indeterminato part-time 22 ore settimanaliPROVA SELETTIVA: La selezione consiste in due prove:a)un colloquio individuale e conoscitivo, volto ad approfondire gli elementi contenuti nel curriculum vitae, ad integrare aspetti non evidenziati, a valutare effettivamente le potenzialità del candidato rispetto al posto da ricoprire e a sondare gli aspetti motivazionali che hanno determinato la presentazione dell'istanza;b)una prova pratica mediante utilizzo di apparecchiature informatiche per valutare le capacità operative tipiche del profilo professionale di cui trattasi.LE PERSONE IN POSSESSO DEI REQUISITI D'ACCESSO AL PUBBLICO IMPIEGO E INTERESSATE ALLE SOPRAELENCATE RICHIESTE DEVONO PRESENTARSI PRESSO I CENTRI PER L'IMPIEGO DI LECCO O MERATE :MERCOLEDI' 27/02/2019 DALLE ORE 09.00 ALLE 12.45 DALLE 14.00 ALLE 17.15 MUNITI DI:Dichiarazione di Immediata Disponibilità ai sensi del D.Lgs 150 del 14/09/2015 e successive modifiche ed integrazioni;- Carta d'Identita';- I cittadini stranieri provenienti da Paesi al di fuori dell'Unione Europea devono possedere permesso CE per lungo soggiorno (carta di soggiorno), status di rifugiato o di protezione sussidiaria;- I cittadini stranieri extracomunitari in caso di titolo di studio conseguito nel Paese d'origine devono produrre la "dichiarazione di corrispondenza", rilasciata dagli Uffici Consolari Italiani sulla base della "dichiarazione di valore", o, in mancanza, la "traduzione giurata" da cui si desume la frequenza scolastica.N.B. LE PERSONE PRIVE DELLA SOPRACITATA DOCUMENTAZIONE NON VERRANO INSERITE IN GRADUATORIA.LE GRADUATORIE VERRANNO ESPOSTE C/O I CPI DI LECCO E MERATE - MARTEDI' 05/03/2019. Il Dirigente Dott. Roberto Panzeri

Bosisio: ''aula del ciliegio'' alle scuole per le lezioni all’aperto

Ven, 15/02/2019 - 11:54
A Bosisio Parini la scuola primaria avrà presto un'aula all'aria aperto, nel grande giardino affacciato sul lago di Pusiano che la circonda. Prenderà il nome di "aula del ciliegio" per il bell'esemplare sotto le cui fronde i bambini potranno seguire una lezione "open-air". La richiesta, accolta sia dalla direzione didattica che dall'amministrazione comunale, è arrivata dagli stessi studenti in occasione di una loro visita, lo scorso novembre, a una seduta di consiglio comunale per assistere al funzionamento della macchina amministrativa. Il giovane sindaco Christian Fratea, presentando la sua giunta e i collaboratori, aveva infatti pubblicamente avanzato questa richiesta. La seduta di insediamento del consiglio comunale dei ragazzi"L'idea di un'aula "verde" per potere svolgere lezioni all'aperto ha iniziato a prendere forma fin dal mese di settembre. Volevamo infatti sfruttare al massimo il magnifico parco in riva al lago all'interno delle pertinenze scolastiche, anche su suggerimento del sindaco dei bambini, Christian Fratea, di classe quinta, che nel suo programma elettorale aveva inserito questa proposta" ha spiegato la dirigente scolastica Orsola Moro. "Il sindaco Borgonovo ha accolto favorevolmente la richiesta e insieme abbiamo pensato di destinare uno specifico spazio del giardino della scuola a questo progetto, stipulando una convenzione tra scuola e comune. Durante un sopralluogo i tecnici e il sindaco hanno notato uno splendido esemplare di ciliegio e hanno proposto di collocare delle sedute di legno proprio alla sua ombra. Quella che inizialmente si sarebbe dovuta chiamare "aula verde" é stata perciò ribattezzata "aula del ciliegio". Sarà l'occasione per sperimentare un nuovo modo di fare lezione a contatto con la natura". L'aula sarà molto essenziale e caratteristica con una radice al posto della cattedra e cippi d'albero in sostituzione delle sedie. "Abbiamo preso in parola il sindaco dei ragazzi tanto che abbiamo sottoscritto una convenzione con l'istituto affinché la scuola provvedesse all'individuazione dell'area e il comune al suo allestimento" ha affermato il sindaco Giuseppe Borgonovo. Grazie alla possibilità offerta dal governo di utilizzare 50.000 euro del bilancio per lavori di salvaguardia del patrimonio comunale, l'amministrazione ha scelto di destinare una quota di poche migliaia di euro a questo scopo. "La proposta è piaciuta non solo perché bella ma perché riteniamo significativo dare la possibilità di studiare all'aperto con un'insegnante speciale che è la natura. È un modo per favorire un incontro positivo tra ragazzi e natura in modo che possa svilupparsi una forma di rispetto nei confronti di quest'ultima" ha aggiunto il primo cittadino specificando che l'allestimento sarà previsto non appena ci saranno temperature più miti. Seguirà poi una sorta di inaugurazione con il passaggio di consegne al sindaco dei ragazzi. "Il progetto va nella direzione di arricchire la nostra scuola anche a livello strumentale. Ricordo che in questi anni il comune tanto ha investito sulle strutture: è infatti imminente l'apertura del nuovo ingresso, il cosiddetto lotto 1. Siamo uno dei pochi comuni, e lo dico con orgoglio e fierezza, che oltre ad avere scuole di qualità, può contare su istituti moderni e all'avanguardia sui quali continueremo ad investire. A questi va aggiunto il parco di circa 15.000 mq che lambisce la passeggiata, affacciandosi sul lago".

Pagine