Misuriamo…l’energia in Comune. Progetto di Alternanza Scuola Lavoro con il Greppi

Inviato da Maurizio Rizzo il Mar, 27/02/2018 - 08:21
Il municipio di Casatenovo

L'Amministrazione Comunale di Casatenovo e l'Istituto Superiore Greppi di Monticello hanno dato vita ad una iniziativa di Alternanza Scuola Lavoro. Il progetto coinvolge studenti della sezione telecomunicazioni ed ha come obiettivo principale lo sviluppo di sensori a basso costo per la misura di parametri ambientali (temperatura, umidità relativa,...) e del relativo sistema di trasmissione e acquisizione dati attraverso rete internet.
La rete di sensori sviluppata dagli studenti verrà installata all'interno del Municipio di Casatenovo per un intero anno, a partire dalle prossime settimane, e permetterà di caratterizzare in modo quantitativo e continuo nel tempo le principali caratteristiche di "comfort ambientale" di alcuni uffici comunali.
Accanto a questo obiettivo specifico, strettamente legato al percorso di studi degli studenti, il progetto si pone in realtà una finalità più generale che nasce dalla creazione di relazioni tra il mondo della scuola ed altre realtà ed esperienze.
In primo luogo agli studenti verrà offerta l'opportunità di comprendere le motivazioni per cui è importante conoscere e gestire correttamente le condizioni di clima di un ambiente interno, sia esso un ufficio, una classe o la propria casa.
Grazie alla presenza di alcuni esperti in campo energetico ed ambientale, che si sono resi disponibili a collaborare al progetto, verranno illustrate agli studenti alcune implicazioni che derivano dall'uso dell'energia, che costituisce un elemento determinante in molti gesti della vita quotidiana. Ci vuole energia per cucinare ciò che mangiamo, per scaldare le case che abitiamo, per muovere i mezzi di trasporto con cui ci spostiamo, per far funzionare gli elettrodomestici e i nostri cellulari, per illuminare case e strade, per produrre gli oggetti che utilizziamo... e anche per smaltire i rifiuti che accumuliamo.
''All'energia noi diamo nomi diversi a seconda della sua forma e natura - spiegano gli assessori Guido Pirovano e Marta Picchi- corrente elettrica, gas metano, benzina se pensiamo alle fonti più tradizionali, ma anche fotovoltaico, solare termico, eolico se pensiamo invece a forme di energia più recenti, cosiddette "rinnovabili". In molti casi l'utilizzo di energia produce degli effetti, i cosiddetti "impatti", sull'ambiente in cui viviamo che possono deteriorarne lo stato in modo significativo o, come si dice abitualmente, inquinarlo. Le conseguenze dell'inquinamento possono colpire non solo l'ambiente stesso, ma anche chi ci abita, quindi anche noi.In questo progetto vorremmo concentrare l'attenzione degli studenti su un aspetto specifico che caratterizza la relazione stili di vita - energia - ambiente e cioè il riscaldamento degli edifici con particolare riferimento ai loro impatti sull'ambiente atmosferico, inteso sia in termini di qualità dell'aria che cambiamenti climatici''.
Grazie al loro lavoro ed al confronto con gli esperti gli studenti avranno l'opportunità di verificare in modo concreto il significato di "riscaldamento" e "raffrescamento" e delle implicazioni energetiche ed ambientali che tali bisogni generano e rafforzare quindi la consapevolezza e l'attenzione rispetto a questo tema che accompagna la loro quotidianità.
Attraverso il progetto, anche il personale del Comune di Casatenovo avrà l'opportunità di sperimentare in prima persona il significato e le implicazioni delle scelte sulla gestione di un tema così importante, condividendo le proprie valutazioni anche con gli studenti.
Un ultimo aspetto, estremamente interessante, che gli studenti ed indirettamente anche il personale del Comune potranno approfondire è rappresentato dalle sorprendenti opportunità che la tecnologia mette a disposizione ogni giorno di più. Lo sviluppo di sensori e piccoli apparecchi elettronici a basso costo, accompagnati dal continuo sviluppo delle reti apre opportunità assolutamente inedite sia di conoscenza del mondo che ci circonda che di gestione di molteplici aspetti della vita quotidiana.
I dati raccolti saranno poi a disposizione del Comune per un'analisi degli eventuali provvedimenti utili a migliorare il comfort degli ambienti ed a perseguire azioni di efficientamento.
''Come detto, il progetto si concluderà il prossimo anno con l'auspicio che il lavoro che verrà realizzato possa fornire elementi di crescita professionale e culturale prima di tutto agli studenti coinvolti, ma che possa rappresentare anche un piccolo volano per iniziative analoghe volte a diffondere una cultura sempre più consapevole dello stretto legame esistente fra le nostre scelte quotidiane e la sostenibilità presente e futura dell'ambiente che ci circonda'' hanno concluso gli assessori.

Relazione con la stampa: 
Prof.sse Annarosa Besana e Rossella Gattinoni