Tu sei qui

CasateOnLine

Abbonamento a feed CasateOnLine
Casate Online
Aggiornato: 2 ore 28 min fa

Forza Italia ''al Centro''

Lun, 19/02/2018 - 23:16
Caro Direttore ho letto il tuo editoriale e mi sembra giusto aggiungere qualche parola in difesa di Forza Italia.A Merate, è vero, siamo deboli, ma quando un partito come Forza Italia resta al centro del dibattito politico del paese per piu' di 20 anni credo sia difficile continuare a chiamarlo "partito azienda".Berlusconi la sua grande capacità politica l'ha dimostrata subito - appena sceso in campo - quando ha saputo sdoganare partiti come AN e LEGA NORD, trasformandoli da partiti fuori dall' "Arco Costituzionale" ( ve lo ricordate ? ) in partner di governo affidabili.E se non fosse stato "fiaccato" dagli attacchi concentrici e forsennati dei "poteri forti" del paese, avrebbe sicuramente realizzato quelle riforme profonde e coraggiose di cui il paese aveva bisogno.Ricordate l'"avviso di garanzia" arrivato quando era alla Reggia di Caserta ?Ora i tempi sono cambiati e Berlusconi nonostante tutto è riuscito a ritornare prepotentemente sulla scena del paese con buona probabilità di essere lui il riferimento moderato per l'intero Centro Destra.Il "ritorno all'ovile" di Lupi, di Nava e di Piazza la dicono lunga sul cambiamento di clima che si respira nell'intero paese.Anche Giusi Spezzaferri a Merate è ritornata in Forza Italia e io sono convinto che prima delle prossime elezioni comunali altri esponenti dell'attuale maggioranza ritorneranno alla "casa del padre".In fondo l'attuale maggioranza di Massironi altro non era che la quota "Forza Italia" dell'amministrazione Robbiani.Antonio Conrater Caro Antonio, lo scrivi tu stesso “…Berlusconi è riuscito a ritornare prepotentemente sulla scena del paese….”. Berlusconi, non Forza Italia che priva del suo “padrone” era precipitata all’11%. Al di là dell’uomo – almeno sottolineiamo che è pregiudicato e per frode fiscale a 4 anni, ed è dura candidarsi così alla guida del Paese – resta il fatto che il partito senza il suo fondatore non ha futuro. I ritorni all’ovile sono dettati da puro opportunismo. Fosse definitivamente uscito di scena Berlusconi non uno dei citati sarebbe rientrato in Forza Italia.C.B. 

Castello B.: durante gli scavi per i lavori alla chiesa di Brianzola, emergono reperti antichi

Lun, 19/02/2018 - 20:06
Alcune immagini della chiesa di Brianzola,scenario dell'interessante scoperta storicaImportanti rinvenimenti quelli emersi durante gli scavi relativi ai lavori per l'abbattimento delle barriere architettoniche nella chiesa di San Lorenzo, in località Brianzola di Castello. L'annuncio è stato dato ai fedeli ieri mattina dal sacerdote che ha celebrato la messa festiva delle ore 10 nell'antico edificio religioso del paese. Il cantiere interessa infatti la parte adiacente all'ingresso principale della parrocchia, dove si stava lavorando da qualche settimana alla fondazione di una passerella per consentire l'accesso alla chiesa ai disabili.Quelle emerse durante gli scavi sono apparse fin da subito strutture molto antiche, attualmente in fase di studio da parte degli archeologi incaricati dalla Soprintendenza, subito notiziata dell'importante questione. ''I manufatti - ci ha spiegato l'architetto Roberto Spreafico, direttore dei lavori, al quale abbiamo chiesto ulteriori dettagli in merito ai rinvenimenti - sono stati trovati sul fianco settentrionale del complesso religioso e dalle prime valutazioni potrebbero appartenere a fasi antecedenti alla fondazione della chiesa che, ricca di svariate fasi e trasformazioni, conserva anche strutture romaniche. Per un approfondimento si è in attesa del completamento delle verifiche e degli accertamenti''.Brianzola è infatti nota a livello storico proprio per la presunta esistenza di un castello di origini non certe, ma che nella tradizione orale viene attribuito alla regina Teodolinda.Questa mattina si è tenuto un sopralluogo al cantiere della chiesa, alla presenza dei tecnici incaricati, degli archeologi e del parroco don Walter Brambilla, insediatosi alla guida della comunità pastorale lo scorso ottobre. Emersi questi importanti reperti, resta ora da capire se le tempistiche dei lavori subiranno una dilazione rispetto a quanto inizialmente preventivato, dovute proprio alle necessarie operazioni di analisi storica.''Ringrazio Giancarlo Limonta che si occupa, quale volontario della parrocchia, delle necessità di questa importante chiesa sussidiaria, per aver segnalato la presenza di un interessante elemento lapideo ritrovato in un cumulo di pietre nei pressi della chiesa stessa'' ha proseguito l'architetto Spreafico. ''Si tratta di un concio di marmo squadrato, forse una porzione di architrave spezzata, che reca interessanti incisioni, ancorchè di epoche diverse, la più antica è probabilmente una porzione di epigrafe latina, cinque lettere difficili da interpretare. Il reperto è altresì interessante perché sul medesimo piano della pietra, osservandola al contrario, si scorgono due soggetti zoomorfi, due colombe stilizzate, realizzate con solchi che delineano con precisione i contorni dei simboli religiosi''.Due suggestivi ritrovamenti, nel medesimo luogo, che contribuiranno probabilmente, non appena compiuti gli approfondimenti da parte degli archeologi e da parte della Soprintendenza Archeologica, ad arricchire la storia di questo antico borgo, noto per la sua importante tradizione.

Casate, Fumagalli: ex bidello a giudizio per stalking su un'alunna. Ascoltati i compagni

Lun, 19/02/2018 - 18:41
Il tribunale di LeccoÈ proseguita nella mattinata di oggi l'istrutturia a carico del bidello originario della Campania ma residente in provincia di Bergamo, accusato di atti persecutori (stalking) ai sensi dell'articolo 612 bis del codice penale, con l'aggravante di aver commesso il fatto ai danni di un minore. Secondo l'impianto accusatorio ancora tutto da provare, l'uomo avrebbe infatti importunato un'alunna dell'istituto professionale Fumagalli di Casatenovo nel corso dell'anno scolastico 2014/2015, -quando la ragazza aveva soli 14 anni- con sms, messaggi e foto su Whatsapp e Facebook, con contenuti a sfondo sessuale e con esplicite richieste di rapporti intimi, infastidendola anche tra i corridoi della scuola. Il comportamento del collaboratore scolastico le avrebbe così causato un grave disagio, provocandole un perenne stato d'ansia, che l'avrebbe spinta a parlare con i professori e le autorità scolastiche e poi a sporgere denuncia nei confronti dell'uomo.Nell'aula del giudice Salvatore Catalano sono stati ascoltati oggi due compagni di classe della ragazza. I due giovani, rispondendo alle domande del Vpo Mattia Mascaro e dell'avvocato difensore Gerardo Perillo del foro di Avellino, hanno ammesso di essere a conoscenza dei fatti ma di non aver parlato dell'accaduto direttamente con la vittima. "So che sul pullman, mentre stavamo andando in gita, un'altra mia compagna di classe le aveva preso il telefono" ha detto uno dei due giovani, riferendosi al cellulare della vittima, "e aveva scritto un messaggio al bidello. Poi non ho saputo più nulla, fino a quando i professori ci hanno spiegato cosa era successo". Il difensore avrebbe poi chiesto ai ragazzi se fossero a conoscenza di un gruppo creato su Whatsapp in cui erano presenti sia la denunciante, sia il bidello, che molti compagni di classe; l'avvocato Perillo sostiene infatti che il suo assistito sia stato più volte denigrato dai ragazzi e per questo motivo avrebbe iniziato a scrivere all'alunna. I giovani hanno tuttavia negato l'esistenza di tale gruppo. Quel che però non è emerso quest'oggi, al contrario dell'interrogatorio della vittima -avvenuto a porte chiuse qualche mese fa-, sarebbe lo stato d'ansia e di paura in cui si trovava la quattordicenne: entrambi i testimoni hanno affermato di averla vista tranquilla in quel periodo, precisando però che non erano troppo in confidenza con la ragazza. Il processo è stato rinviato al prossimo 23 aprile, per ascoltare gli ultimi testimoni della difesa; già in precedenza erano "sfilati" in aula altri amici dell'alunna coinvolta e non solo. Il collaboratore scolastico infatti, dopo essere stato allontanato dal Fumagalli, è stato spostato al Greppi di Monticello dove, secondo le indagini svolte dai Carabinieri di Casatenovo, sarebbero emersi altri comportamenti ritenuti "fuori luogo" (ma non inerenti a questo fascicolo): per questo lo scorso ottobre erano stati chiamati a testimoniare anche diversi alunni della scuola monticellese. L'imputato è inoltre finito al centro della cronaca per un'interrogazione parlamentare presentata nelle scorse settimane al ministro dell'istruzione Valeria Fedeli dal senatore Paolo Arrigoni, con oggetto la condotta - ritenuta non appropriata - durante il periodo di lavoro in una scuola calolziese. Non da ultimo, poche settimane fa, il bidello ha presentato un ricorso contro il licenziamento promosso dall'istituto comprensivo di Merate dove si trovava "in prova" da qualche mese: i referenti del plesso in cui lavorava, quello di Sartirana, hanno infatti ritenuto non raggiunti gli obiettivi professionali fissati, facendo scattare il provvedimento.

Barzanò: commercio in stand-by tra il 2016 e il 2017. Chiusure ma anche nuove attività

Lun, 19/02/2018 - 17:50
Un biennio che si chiude senza particolari variazioni, sul fronte commerciale, per il territorio di Barzanò. Analizzando i dati resi noti dall'ufficio comunale competente per settore, nel 2016 e 2017 le aperture di nuove attività sono state bilanciate da cessazioni. Un'immagine di Via Manara, il centro di Barzanò. A destra il palazzo municipaleSono stati infatti cinque gli esercizi di vicinato (negozi con superficie inferiore a 250 mq di vendita) che hanno chiuso in maniera definitiva, a fronte di altrettante saracinesche che si sono alzate. Tre invece i ''sub-ingressi'', vale a dire cambi di gestione. Ha chiuso i battenti anche una media struttura di vendita (ovvero il Supermedia, ex Eltron di Via 4 Novembre), ma in compenso l'ufficio commercio del Comune ha rilasciato il nulla osta per l'apertura di due nuove attività, vale a dire Acqua e Sapone e Sapore di Mare, entrambe sorte negli ultimi mesi nel nuovo edificio realizzato di fronte al Consorzio Agrario. La frazione di San Feriolo ha quindi conosciuto un nuovo sviluppo nel settore commerciale, tenendo conto delle attività che avevano aperto negli anni scorsi lungo la strada provinciale 51, al confine con Bevera di Sirtori o dei negozi presenti in Via dei Mille, sulla strada che porta verso Cremella. La nuova struttura commerciale di Via 4 Novembre e sotto l'ex Supermedia (già Eltron)Ma analizziamo ora nel dettaglio la situazione commerciale a Barzanò aggiornata al 31 dicembre 2017. In paese risultano presenti 11 medie strutture (con due nuove aperture, una chiusura, e due cambi gestione), mentre i negozi di vicinato risultavano essere invece 48 alla fine dell'anno, lo stesso numero registrato a fine 2015. Per quanto riguarda questa categoria, come già anticipato, si sono registrate nell'anno appena concluso cinque cessazioni definitive di attività a fronte di altrettante nuove aperture e di tre cambi di gestione.Passando ai pubblici esercizi invece, a fine 2017 risultavano essere complessivamente 14 tra bar, pasticcerie, trattorie, ristoranti e tavole calde (di cui 2 con attività sospesa ma non ancora cessata definitivamente); a questi vanno aggiunti 3 circoli privati-associazioni con somministrazioni di bevande ai soci (ovvero il centro Paolo VI, la sede dei Pensionati e il circolo Acli a San Feriolo) e 2 alberghi. Un paio di immagini di Via GaribaldiPer quanto concerne il ''servizio alla persona'', il settore sembra non conoscere crisi con 13 attività presenti a fine 2017, una in meno rispetto al biennio precedente, a causa di una cessazione di attività. Gli acconciatori presenti al 31 dicembre a Barzanò erano 8, gli estetisti 4, mentre un esercizio risulta essere misto, con la presenza di entrambi i servizi. Stabili anche i lavasecco-lavanderie, con 3 attività presenti (di cui una sel service), così come le sale giochi-scommesse (1) e le agenzie viaggi (2). Al 31 dicembre 2017 erano infine 5 le attività artigianali connesse al settore alimentare (nello specifico pizzerie d'asporto e panifici). La maggior parte di queste attività sono dislocate nel centro storico barzanese: tra Via Garibaldi, Via Manara, Via Ferrari e Via Pirovano. L'anello tra Via XX Settembre e Via Pirovano, la piazza del mercatoUn ultimo dato interessante da analizzare è quello legato al commercio gestito da stranieri a Barzanò. Delle attività sin qui elencate, soltanto due risultavano essere gestita da cittadini di origine non italiana al 31 dicembre 2017: si tratta di punti vendita del settore dell'artigianato alimentare (per la precisione pizzerie d'asporto), uno dei quali di recente apertura in Via Pirovano.Una presenza decisamente minima sul totale delle attività commerciali presenti in paese, se si considera che stiamo parlando di un comune con una popolazione che supera i 5mila abitanti.

I prossimi appuntamenti con la pastorale di Barzago, Bulciago e Bevera

Lun, 19/02/2018 - 16:53
E' ancora febbraio ma la comunità pastorale "Maria Regina degli Apostoli" già guarda all'estate. Nel notiziario settimanale sono apparse le prime segnalazioni degli eventi estivi da seguire per i ragazzi e le ragazze delle parrocchie di Bulciago, Barzago e Bevera. Innanzitutto, l'oratorio feriale che prenderà avvio lunedì 11 giugno e finirà venerdì 6 luglio. Sono citati anche altri appuntamenti: la settimana comunitaria in val Biandino per ragazzi e ragazze dalla quarta elementare fino alla terza superiore che si svolgerà sopra Introbio tra martedì 17 e domenica 22 luglio. Nello stesso luogo si svolgerà anche la Tregiorni comunitaria estiva per adolescenti e giovani da domenica 22 a martedì 24. Qualche giorno prima, dal 9 al 14 luglio, adolescenti e giovani potranno partecipare a cinque giorni di riflessione e incontri presso l'Arsenale della Pace di Torino (SERvizio Missionari Giovani SERMIG). Si condivideranno "progetti di pace nel mondo, a partire da alcuni servizi e variegate forme di volontariato, accompagnate da un'adeguata rilessione". La partecipazione a questo evento pare molto consigliata visto che "chi partecipa a questa esperienza in genere torna a casa molto arricchito e con tante nuove idee da vivere ogni giorno, anche nella propria comunità". Ultimo appuntamento estivo è l'incontro tra Papa Francesco e i giovani italiani a Roma l'11 e il 12 agosto.

Barzago-Bevera-Bulciago: preghiera via web per oltre 50 fedeli della comunità pastorale

Lun, 19/02/2018 - 16:49
Il parroco don Marco durante un momento della Lectio Divina via webAnnunciata sul notiziario della comunità pastorale "Maria Regina degli Apostoli", si è svolta domenica 18 la prima "preghiera in diretta live" alla presenza del parroco Don Marco Tagliabue. Cinquantacinque computer di Bulciago, Barzago e Bevera si sono connessi al sito http://www.comunitapastoralebbb.it per ascoltare i circa venticinque minuti di lectio divina con un Vangelo, una penna o una matita a portata di mano. "Un successo" lo ha definito Maurizio Villa, volontario parrocchiale di Bulciago che ha spiegato che l'iniziativa continuerà nelle prossime settimane di Quaresima. "Il parroco don Marco Tagliabue è molto sensibile al tema della chiesa che incontra il mondo e i giovani". La lectio divina si è articolata in cinque momenti: la lectio, in cui il fedele apre la Bibbia e analizza il testo, la meditatio, in cui ci si pongono delle domande per trasformare convinzioni, mentalità e volontà, l'oratio, in cui si lascia spazio alla preghiera, la contemplatio, in cui ogni fedele vive un momento di vicinanza al Signore, e actio, in cui le parole della lectio hanno maturato slanci di gesti d'amore.

Nibionno: Social Park, la nuova area cani in località Tabiago gestita dai volontari di Oipa

Lun, 19/02/2018 - 16:03
Nuova apertura nelle scorse settimane a Nibionno: si tratta di un'area cani, ricavata in uno spazio adiacente al centro sportivo di Via Kennedy, località Tabiago. L'hanno chiamata Social Park per sottolineare la funzione sociale dello spazio dedicato all'amico dell'uomo per eccellenza. Alcune immagini dell'area cani di Tabiago"Il nostro scopo è di promuovere l'integrazione tra cane e uomo, favorendo una buona integrazione tra i bisogni umani e quelli umani" ha spiegato Fabio Spatola, delegato della sezione di Lecco e provincia dell'OIPA Onlus, Organizzazione Internazionale Protezione Animali. Nel Social Park di Nibionno infatti, i cani possono scorrazzare liberi. "E' una valvola di sfoga per gli animali" ha continuato Spatola che nella vita di tutti i giorni è un educatore cinofilo e operatore di zooantropologia didattica con approccio cognitivo. Per ora l'area cani è provvista soltanto di una recinzione esterna anche se l'obiettivo è di dotarla di "saliscendi, panchine esterne, fontanella, cestino con porta sacchetti per gli eventuali bisogni dell'animale". Questi sono solo alcuni dei progetti che l'OIPA ha intenzione di realizzare in questo anno in cui l'onlus ha in gestione lo spazio, messo a disposizione dall'amministrazione comunale di Nibionno. E' il primo esperimento di questo tipo in provincia di Lecco, anche se esperienze simili sono in corso in altri paesi italiani. "Ci occuperemo di sorveglianza e pulizia e non mancheranno attività gratuite per i cani e corsi per le persone per la gestione dei cuccioli, passeggiate a sei zampe e mobility dog" ha spiegato Spatola. Oltre alla cura degli animali, lo scopo principale dell'onlus è la promozione del benessere uomo-animale attraverso l'organizzazione di serate di informazione con personale qualificato e incontri con i veterinari. Il recapito dell'organizzazione è lecco@oipa.it oltre che la pagina FB https://www.facebook.com/Social-Park-Nibionno-390170731447861/ .

Casatenovo: ''Boomerang'', il 2° spettacolo della rassegna teatrale il 22

Lun, 19/02/2018 - 14:24
Prosegue giovedì 22 febbraio, con inizio alle ore 21, la 18^ Rassegna Teatrale dell'Auditorium di Casatenovo.In questa occasione, a proporsi sul palcoscenico brianzolo saranno Amanda Sandrelli, Eleonora Ivone, Giorgio Borghetti e Simone Colombari che porteranno in scena la commedia scritta e diretta da Angelo Longoni dal titolo ''Boomerang''.Si tratta dell'esordio assoluto a Casatenovo di tutta la Compagnia che potrà contare sull'ennesimo sold-out del Teatro casatese. Il prossimo appuntamento della eassegna è programmato per martedì 20 marzo con " IL PIU' BRUTTO WEEK-END DELLA NOSTRA VITA" con Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Antonella Elia e Nini Salerno.BOOMERANGCon Amanda Sandrelli, Eleonora Ivone, Giorgio Borghetti e Simone ColombariScritto e diretto da Angelo LongoniGiovedì 22 Febbraio 2018 - Ore 21:00Ingresso: 22.00 €Un casale in campagna. Una famiglia riunita in attesa di celebrare il funerale del padre patriarca. Una grande nevicata. Il passato che riemerge. Sospetti e tensioni. Inattesi e comici scontri. Le contraddizioni dell’essere umano in una storia attuale e toccante. Il boomerang è un’arma da lancio usata dagli aborigeni per la caccia o in guerra. Percorre una traiettoria curva e può tornare alla persona che l'ha lanciato. Per questo, rappresenta anche un "pericolo" per il lanciatore che è costretto a fuggire per non diventare a sua volta bersaglio. Metaforicamente la parola “boomerang” viene usata per indicare un'azione che si ritorce contro chi l'ha iniziata, ha una valenza buffa, quasi comica. Si sfugge al proprio boomerang come si sfugge al proprio passato quando ritorna minaccioso. Boomerang è una commedia divertente e scorretta. Si svolge durante una veglia funebre forzata che sprofonda in un caos irriverente, tipico della black comedy. Il bersaglio è l’ipocrisia della principale istituzione della nostra società, la famiglia borghese con i suoi stereotipi ed il suo perbenismo. Ciò che si consuma o si decide all’interno delle mura domestiche spesso nasconde interessi che si riverberano nella società. Non è un caso che nel nostro Paese, come in molte altre parti del mondo, il potere economico, politico e finanziario sia concentrato nelle mani di poche famiglie che, apparentemente, sembrano tutte irreprensibili, oneste e devote.

Bosisio, Nostra Famiglia: il 24 convegno su DSA e nuove tecnologie

Lun, 19/02/2018 - 14:19
La ricerca sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) ha permesso di realizzare tecnologie e metodologie per il supporto alla lettura, alla scrittura e allo studio sempre più versatili e sofisticate. In particolar modo, presso l'IRCCS Medea - La Nostra Famiglia, sono in corso progetti in cui le applicazioni tecnologiche offrono nuove opportunità per sostenere i percorsi di apprendimento scolastico. Per tale motivo, il 24 febbraio a Bosisio Parini, verranno presentati a genitori e insegnanti di bambini con DSA gli strumenti più innovativi per la prevenzione e il supporto nell'ambito di un convegno sui contributi della ricerca e delle nuove tecnologie organizzato dai Lions e dall'IRCCS Medea.Le accresciute conoscenze sulle abilità implicate nelle capacità di apprendimento scolastico e sulle loro traiettorie evolutive consentono di cogliere segnali sempre più precoci rispetto alla presenza di fattori di vulnerabilità che aumentano il rischio di sviluppare DSA. Questi segnali precoci sono variegati e caratterizzati da ampie differenze individuali: saperli cogliere e sapere integrare le caratteristiche individuali dei bambini con DSA nei progetti di prevenzione e di supporto allo studio è la sfida che vede affiancati ricercatori e clinici per trovare risposte tempestive ed efficaci.In particolare, per quanto riguarda la prevenzione, presso l'IRCCS Medea - La Nostra Famiglia è in corso un progetto di ricerca che studia gli effetti sullo sviluppo linguistico di bambini di pochi mesi di una serie di esercizi di tipo ritmico-musicale effettuati insieme ai genitori. E' stato inoltre sviluppato dai ricercatori e dai bioingegneri dell'IRCCS un piccolo Tablet (Tapping Tablet) che permette di effettuare delle prove di tapping (sequenze di battute ritmiche delle mani e delle dita) in risposta a stimoli musicali o linguistici. Lo strumento è stato validato con i bambini delle scuola primaria e secondaria ed è in corso di adattamento per i bambini della Scuola dell'Infanzia. "Una volta validato, lo strumento dovrebbe permettere di individuare le situazioni a rischio per Disturbi del Linguaggio, per le quali potranno essere proposti percorsi di potenziamento presso le scuole dell'infanzia", sottolinea la dottoressa Maria Luisa Lorusso, psicologa dell'IRCCS Medea.Per i bambini più grandi, sono stati messi a punto sia programmi di intervento e potenziamento (Tachidino) basati su piattaforme online e monitorati a distanza da operatori specializzati, sia strumenti di supporto alla lettura e allo studio (servizio gratuito fornito da Seleggo - I Lions italiani per la dislessia) che consentono di mettere a disposizione degli studenti i testi scolastici scritti con caratteristiche visive (font, grandezze, spaziature ecc.) appositamente selezionate e i file audio corrispondenti."Dal momento stesso in cui ho assunto la carica di Presidente mi sono prefissata di organizzare un incontro che ponesse a confronto il mondo della scuola con i genitori dei bambini dislessici e il mondo sempre attento della ricerca", ha dichiarato la dottoressa Maria Elisabetta Raggi, socia del Lions Club Erba, Presidente della Zona A, IV circoscrizione del distretto 108 Ib1. "Sono convinta che il benessere dei nostri ragazzi sia responsabilità di tutti e che la didattica si debba appropriare di tutti i progressi che il settore della ricerca ha apportato per lo studio dell'apprendimento: deve vincere la collaborazione, la cooperazione, la rete. Spero che questo Convegno sia l'occasione per intraprendere finalmente un proficuo cammino di collaborazione parlando tutti lo stesso linguaggio"."Il convegno del 24 Febbraio rafforza la partnership con l'IRCCS Medea, conferma la grande sinergia attivata e i successi raggiunti", conclude l'ingegner Paolo Colombo, Presidente di Seleggo. "Forte dell'affinità di intenti che lo lega al Medea, Seleggo è pronto a sviluppare nuove proposte che migliorino i percorsi di prevenzione e di supporto allo studio per i ragazzi con disturbi specifici d'apprendimento".Per visualizzare il programma del Convegno clicca QUI

Spazi finanziari: nel lecchese concessi oltre 10milioni di euro. A Barzanò per la casa del fascio e l'ex scuola, a Oggiono per il centro sportivo

Lun, 19/02/2018 - 12:40
Sono 37 i Comuni della Provincia di Lecco che per il 2018 potranno spendere complessivamente oltre 10.117.000 euro del loro avanzo di bilancio a copertura di progetti di interventi sul territorio. Molte Amministrazioni hanno puntato sull’edilizia scolastica (in parecchi casi si guarda soprattutto alla sicurezza dei plessi), ma poi ognuno dei paesi ha le proprie necessità. Sono soldi ottenuti attraverso gli spazi finanziari concessi dal Ministero dell’Economia a chi entro lo scorso 22 gennaio aveva presentato uno o più progetti. Le Amministrazioni avranno 10 mesi per indirizzare i vari importi, cioè prima che finisca quest’anno. In Provincia, svetta Valmadrera, città alla quale sono stati concessi spazi per investimenti fino ad 1.024.000 euro. Nel Casatese è Barzanò ad avere più margini (664.000 euro), mentre nel Meratese sarà Merate, con 990mila euro di spazi richiesti ed ottenuti. Di seguito entriamo nel dettaglio di quello che le varie Amministrazioni comunali intendono fare con le somme che sono riusciti a svincolare dagli equilibri della finanza pubblica.La tabella che mostra gli spazi finanziari ottenuti dai comuni lecchesiCASATESE - OGGIONESEDa sinistra in senso orario i sindaci Aldeghi, Ferrari, Rigamonti, Lanfranchi, Manzoni, Martone e GalbiatiBARZANO’: 664.000 euroEdilizia scolastica: 98.000 euroImpiantistica sportiva: 177.000 euroAltri interventi: 389.000 euroL'ex casa del fascio e l'ex scuola elementareIl grosso della somma servirà per ultimare la progettazione per la ristrutturazione di due edifici: l’ex scuola elementare  di via XX Settembre, e la ex casa del fascio di Via Sirtori. ''In entrambi i casi concluderemo la progettazione preliminare e definitiva per ristrutturare queste due strutture del Comune – ha spiegato il sindaco di Barzanò, Giancarlo Aldeghi – L’avanzo destinato alle nostre scuole sarà utilizzato per la messa in sicurezza degli impianti antincendio. Con i 177mila sbloccati nel capitolo dell’impiantistica sportiva, invece, interverremo sul parco Mézières. Sistemeremo il campo da basket e la pista di atletica''.L'intenzione della giunta Aldeghi è quella di riportare l'ex casa del fascio alla destinazione originaria di cinema, teatro e auditorium, rispettandone rigorosamente la storia e la vocazione pubblica. Il secondo obiettivo è quello di trasferire gli uffici comunali e la biblioteca presso le vecchie scuole elementari, al fine di riscoprirne la centralità e la funzione pubblica.CASATENOVO: Altri interventi: 250.000 euroCome ha spiegato il sindaco Filippo Galbiati, il grosso delle risorse ''liberate'' serviranno per alcuni progetti relativi ad asfaltature di arterie comunali (190mila euro), mentre la restante parte sarà utilizzata per finanziare gli incarichi esterni per alcune progettazioni nell'ambito della mobilità dolce (marciapiedi, piste ciclopedonali etc).OGGIONO: 327.000 euroEdilizia scolastica: 50.000 euroImpiantistica sportiva: 250.000 euroAltri interventi: 27.000 euroL'ingresso alla scuola mediaL’Amministrazione di Oggiono porterà a termine il capitolo di risanamento delle facciate delle scuole medie di via Vittorio Veneto, con i 50mila euro disponibili per l’edilizia scolastica. ''L’intervento più consistente riguarderà il nostro impianto sportivo comunale – ha commentato il sindaco Roberto Paolo Ferrari – In particolare sistemeremo la pista di atletica, che è utilizzata da tutti i cittadini, le scuole e le associazioni sportive. Si tratta di un secondo tentativo che facciamo, visto che pur essendoci classificati in graduatoria in un cofinanziamento con Regione Lombardia, non eravamo riusciti a raggiungere l’importo. Anche se è un periodo di ristrettezze economiche, l’Amministrazione ha voluto puntare su questa opera perché crede che la pratica sportiva sia fondamentale, su tutti i fronti''. I 27mila euro al capitolo ''altri interventi'', ha quindi aggiunto Ferrari, saranno utilizzati per attività di progettazione.Il centro sportivo De CoubertinMONTICELLO: Edilizia scolastica: 231.000 euroCome già annunciato dall’amministrazione guidata dal sindaco Luca Rigamonti, la somma “sbloccata” dal governo verrà utilizzata per il finanziamento della nuova copertura della palestra della scuola media in via Diaz. Un'opera resasi necessaria per arginare le problematiche di infiltrazione di acqua che affliggono da tempo il tetto dell'edificio scolastico, utilizzato anche dai numerosi iscritti della locale Polisportiva. L'obiettivo è quello di realizzare l'opera entro il 2019.DOLZAGO: Altri interventi: 550.000 euroIl centro sportivo comunale di DolzagoPiù di mezzo milione di euro per Dolzago, tutti ottenuti alla voce ''altri interventi''. Il sindaco Paolo Lanfranchi al momento ha spiegato che le opere in cantiere sono parecchie, ma ancora l’Amministrazione sta valutando dove investire quei soldi. ''Potremmo occuparci di una parziale riqualificazione del centro sportivo – ha commentato il primo cittadino dolzaghese – Poi terminare gli interventi per l’illuminazione a led in paese, mettere mano ad alcuni locali del cimitero e prolungare un marciapiede sul provinciale. Al momento stiamo facendo un po’ di conti''.COLLE BRIANZA: Altri interventi: 410.000 euroColle aveva già ottenuto 289mila di spazi finanziari nel 2017. Per il sindaco Marco Manzoni gli ulteriori 400mila euro raggiunti sono un risultato positivo. ''Li concentreremo sulle scuole per rifare l’impianto termico, insieme a quello della palestra – ha commentato – Dovremo intervenire anche sulla centrale termica del Municipio, per l’efficientamento energetico. Spenderemo circa 50mila euro. Un altro intervento molto importante, da 70mila euro, sarà la manutenzione straordinaria del parcheggio in frazione Scerizza.  Poi vedremo di procedere con la manutenzione strade e con l’aggiunta di nuovi loculi per il cimitero''.La scuola primaria e il municipio di Colle BrianzaROGENO: Altri interventi: 412.000 euroUn po’ sorpreso, il sindaco di Rogeno Antonio Martone ha spiegato che attualmente non è in grado di prevedere se la cifra ottenuta in spazi finanziari sarà effettivamente utilizzabile dal Comune, che ancora non ha approvato il bilancio di previsione. ''E’ come avere 5 lire in tasca, ti dicono che puoi spenderne mille, ma tu ne hai sempre cinque – ha spiegato – Vorremmo concentrarci sulla scuola elementare di viale Piave. Ma sinceramente non so quanto avremo in avanzo''.  LECCHESEDa sinistra l'assessore Rusconi, i sindaci Conti, Negri e GilardiVALMADRERA: 1.024.000 euroEdilizia scolastica: 510.000 euroAltri interventi: 514.000 euroValmadrera, come detto, è il Comune che potrà spendere di più. ''Vorrei premettere che lo scorso 30 aprile abbiamo chiuso il consuntivo con 8 milioni di avanzo – ha commentato Antonio Rusconi, assessore al bilancio del Comune – Con questo 'permesso' possiamo spendere un milione e rotti, ma vorrei fosse chiaro che si tratta di soldi nostri''. Rusconi ha annunciato che i 510mila euro a disposizione per l’edilizia scolastica saranno spalmati su diversi interventi: 90mila euro sul piano di prevenzione incendi per la primaria ''Leopardi'' e almeno 320mila euro per il parcheggio della scuola materna ''Collodi''. ''Per quanto riguarda gli altri interventi – ha quindi concluso – procederemo con la riqualificazione di piazza Fontana, più o meno 230mila euro di intervento, e la risistemazione della regimentazione idraulica dei torrenti Sant’Antonio e Rosé, andando a spendere 206mila euro''.GARLATE: Impiantistica sportiva: 110.000 euroIl sindaco Giuseppe Conti ha spiegato che i 110mila euro relativi all’impiantistica sportiva saranno utilizzati per la sistemazione del parcheggio della palestra comunale in via Puncia. ''E’ l’ultimo intervento che ci resta per sistemare definitivamente quella palestra'', ha commentato Conti.GALBIATE: Edilizia scolastica: 265.000 euroA Galbiate verrà effettuato un intervento alla scuola media ''Papa Giovanni XXIII'' di via Unità d’Italia per sostituire gli infissi dell’edificio. I 265mila euro che il Comune potrà liberare dall’avanzo di amministrazione, ha riferito il sindaco Benedetto Negri, verranno utilizzati per coprire l’intero importo dell’opera.Il cantere del campus scolastico a ColicoCOLICO: Edilizia scolastica: 959.000 euro''È con grande orgoglio che diamo notizia alla cittadinanza del rientro a Colico di altri 959mila euro. Nonostante le ormai innegabili mancanze iniziali, la nostra amministrazione sta lavorando per completare il nuovo Campus scolastico Sacro Cuore''. Questo è quanto ha commentato il sindaco di Colico Monica Gilardi, annunciando appunto che la somma svincolata dall’avanzo di amministrazione sarà utilizzata per l’ambizioso progetto di recupero e ampliamento dell’ex collegio. Queste nuove risorse serviranno per finanziare le opere di completamento della sistemazione esterna (che non era inizialmente prevista), opere legate alla viabilità e anche per gli arredi. Negli ultimi mesi è stato completato il tetto danneggiato della struttura già esistente, mentre in questo momento sono in corso i lavori relativi all'impiantistica e agli intonaci interni. ''La fine dei lavoro è prevista per agosto 2018. Per il trasferimento del polo scolastico G. Galilei, invece, ci vorrà settembre 2019'' ha aggiunto Gilardi. La struttura dell’ex collegio si trova nel centro della cittadina in una posizione centrale rispetto alle varie frazioni e località del comune. L’edificio fu edificato dai Padri della Congregazione dei preti del Sacro Cuore di Gesù di Bètharram nel 1931, ma nel 1955 il seminario venne trasferito ad Albavilla, in provincia di Como. L’area fu così adibita a collegio e poi acquistata dal comune di Colico nel 2005 per delocalizzare la scuola primaria e secondaria di primo grado.  Il progetto, approvato il 12 settembre 2015, prevede il restauro del palazzo  storico dell’ex collegio, una palestra e due nuovi edifici per la scuola primaria e secondaria, che saranno provviste anche di laboratori.MERATESEDa sinistra i sindaci Massironi, Carminati, Motta, Origo, Rotta, BrambillaMERATE: Altri interventi: 990.000 euroIl comune di Merate è stato autorizzato alla spesa delle proprie risorse per 990.000 € al fine di costruire la nuova palestra all'interno del collegio Alessandro Manzoni per le scuole medie e le associazioni sportive. Si tratta di un edificio usato quotidianamente e che ora è arrivato a fine corsa, non più adeguato alle esigenze della città che se ne serve sia per il plesso scolastico che per le squadre che, a turno, vi si allenano o disputato le competizioni.MONTEVECCHIA: Edilizia scolastica: 270.000 euro''Siamo molto contenti, ma da qui a realizzare tutto quello che abbiamo in mente c’è molto lavoro da fare''. Tanto lavoro da sbrigare in meno di un anno. Ne è ben consapevole il sindaco di Montevecchia Franco Carminati, che ha subito tenuto a chiarire questo aspetto. I 270mila euro svincolati saranno utilizzati dall’Amministrazione montevecchina per sostituire gli infissi del polo scolastico di via Fontanile.Le scuole di CalcoCALCO: Edilizia scolastica: 435.000 euroProseguiranno a Calco gli interventi relativi alle scuole primarie e alla scuola media. ''Questi 435mila euro andremo ad aggiungerli ai circa 600mila euro spesi per le scuole negli ultimi due anni – ha commentato il primo cittadino Stefano Motta – Superiamo quindi un milione di investimenti. Prima ci siamo occupati degli interventi più necessari: abbiamo rifatto tutti gli impianti termici, l’impianto elettrico, sistemato i corpi illuminanti. Abbiamo poi fatto una parte consistente della controsoffittatura antisfondamento, per la messa in sicurezza della pavimentazione. Abbiamo rifatto tutti i serramenti alla primaria, mentre per entrambi i plessi cambiato gli elementi di riscaldamento. Ora passeremo alla parte della sicurezza. Con le procedure relative ai certificati di prevenzioni incendi, che prevede il rifacimento delle scale di sicurezza esterne. Metteremo mano poi alla parte esterna degli edifici, intervenendo in primis sulla pavimentazione''.VERDERIO: Altri interventi: 832.000 euroDiversi gli interventi previsti dall’Amministrazione comunale di Verderio. ''Circa 333mila euro saranno investiti per l’asfaltatura delle strade – ha commentato il sindaco Alessandro Origo – Ci sono diversi interventi da fare. Altri 350mila euro li utilizzeremo per l’acquisizione di un immobile vicino al Comune, che sarà successivamente ristrutturato con parte di questa somma. Questi sono i due interventi più corposi, siamo già a 680mila euro. Poco più della metà dei 107mila euro previsti per intervenire sull’area mercato saranno coperti con questi spazi. Dovremo realizzare all’ingresso del parco di Villa Gallavresi dei servizi igienici. Una parte, circa 20mila euro, verranno poi utilizzati per la ristrutturazione della fontana del Parco Nettuno''.PADERNO: Altri interventi: 315.000 euroTre gli interventi previsti a Paderno con gli spazi finanziari concessi dal Ministero. Per la riqualifica della palestra del centro sportivo di via Airoldi sarà investita la fetta maggiore dei 315mila euro di avanzo che sono stati sbloccati. ''Il tetto, l’impianto di riscaldamento e l’illuminazione sono abbastanza datati – ha commentato il sindaco Renzo Rotta – Spenderemo più di 100mila euro per sistemarli. Procederemo poi con un piano di asfaltature sia delle strade che dei marciapiedi. Poi dovremo attuare un intervento alla scuola primaria dove è necessario sistemare i pavimenti in linoleum. Anche in questo caso la copertura è datata, in alcuni punti la pavimentazione si buca facilmente con le sede e i banchi diventando un ricettacolo di sporco e polvere''. Entro l’anno l’Amministrazione padernese dovrà spendere la somma, che va ad aggiungersi, sostanzialmente, ai 237mila euro di spazi finanziari che erano stati richiesti per il 2017 e che erano serviti per coprire i lavori al tetto del Municipio e il rifacimento di via Marconi, lavori che si concluderanno entro la primavera.SANTA MARIA HOE’: Altri interventi: 183.000I soldi sbloccati saranno utilizzati dall’amministrazione guidata dal sindaco Efrem Brambilla per la sistemazione della frana di Hoè Superiore. Verrà consolidato il versante e verrà migliorato il drenaggio delle acque meteoriche tramite nuove linee di incanalamento, il rifacimento dei sottoservizi e la costruzione di una nuova strada.

Elezioni Regionali: il bulciaghese Isella candidato con i Pensionati

Lun, 19/02/2018 - 09:47
C'è un bulciaghese nella lista Pensionati che appoggia la candidatura di Attilio Fontana a presidente di Regione Lombardia. Si tratta di Carlo Serafino Isella, già consigliere di minoranza nella precedente amministrazione comunale di Bulciago.Carlo IsellaDi seguito una sua presentazione:Sono Carlo Serafino Isella di Bulciago e mi presento nella provincia di Lecco come candidato capolista a consigliere regionale nel partito Pensionati. Dopo aver lavorato come dipendente nel settore del mobile per 42 anni e sei mesi grazie anche alla legge Fornero, in merito alla quale sono completamente contrario e per la cui abrogazione intendo lavorare, ho potuto lasciare il lavoro, unendomi alla categoria dei pensionati. Nel 2014 la mia professionalità e la mia lunga esperienza di operaio specializzato sono state premiate dal Presidente della Repubblica con l'onoreficenza di Maestro del Lavoro, (colgo l'occasione per salutare i Maestri del lavoro della mia provincia), di cui vado fiero. Lo scorso anno mi sono avvicinato al partito Pensionati ed ho avuto il piacere di conoscere la consigliera regionale Elisabetta Fatuzzo, che ho apprezzato per aver subito accettato di presentare in consiglio regionale un'interrogazione su uno dei temi che mi stanno molto a cuore, quello delle difficili condizioni della Lecco-Molteno-Milano, la nostra linea ferroviaria locale detta anche "il Besanino", per portare alla ribalta i numerosi problemi che la affiggono, dalle soppressioni di corse alle variazioni di orario, e che rendono complicata la vita quotidiana di studenti e pendolari. In seguito a ciò, Elisabetta Fatuzzo, considerando anche la mia esperienza di 25 anni di consigliere comunale a Bulciago, mi ha chiesto di candidarmi a consigliere regionale della provincia di Lecco nel partito Pensionati. Abbiamo discusso insieme il programma e mi ha convinto a mettermi di nuovo al servizio dei cittadini, affinchè si possa portare la voce di migliaia di pensionati lombardi nel consiglio regionale. Il partito Pensionati è nella coalizione di centrodestra, che negli ultimi anni di legislatura ci ha dato ascolto ed ha condiviso ed approvato numerose nostre proposte tra cui la legge per l'istallazione di videocamere nelle case di riposo, legge che solo Regione Lombardia può vantare. La mia campagna elettorale si svolgerà principalmente nei vari mercati della provincia, dove sarò presente in mezzo alla gente per illustrare il programma del Partito dei Pensionati e per raccogliere i vari suggerimenti che le persone che incontrerò, in particolare i pensionati, vorranno condividere con me. Mdl Carlo Serafino Isella

Oggiono: il 23 serata lisanderiana su Renzo Tramaglino

Lun, 19/02/2018 - 09:38
L'assessore Elena OrnaghiVenerdì 23 febbraio, alle ore 21:15, presso il Maglificio Rossella di Oggiono (viale Vittoria 16), grazie all'ospitalità della famiglia Zappa, si terrà la terza Serata Lisanderiana, dedicata alla figura di Renzo Tramaglino: "Il destino di Renzo e di un territorio: da operai a imprenditori". Relatore dell'incontro sarà Paolo Gulisano.Renzo, il filatore di seta, l'artigiano assai abile, proprietario di un piccolo podere, non ricco ma comunque di condizione economica agiata. Il protagonista maschile de I Promessi Sposi è dunque un giovane intraprendente che, in una sorta di paradossale Bildungsroman (romanzo di formazione), non solo affronta un percorso di maturazione personale del proprio carattere ma anche un progresso sociale ed economico che migliorerà alla fine le sue condizioni di vita, diventando da operaio imprenditore.A favorire tale progresso sono le politiche economiche "di mercato di lavoro" della Repubblica di San Marco, che assicuravano migliori condizioni di lavoro e vantaggi in termini di retribuzione e, come è raccontato alla fine della storia, l'esenzione per dieci anni a tutti i forestieri dal pagamento delle imposte.La scelta finale di Renzo di trasformarsi in imprenditore rientra nel discorso più ampio e ampiamente dibattuto dagli economisti del Settecento divisi tra chi sosteneva la preminenza dell'attività agricola e chi vedeva nella manifattura l'attività in grado di assicurare il giusto sviluppo economico a una nazione, pur essendo spesso legata alla terra come la sericoltura.Il percorso di Renzo acquista allora un significato più complesso, quasi metafora del destino di un territorio, che "da un iniziale sviluppo agricolo ha poi visto la nascita e l'espansione di una dimensione artigianale e poi industriale, non perdendo però la sua originalità, offrendola al servizio della grande impresa (in particolare del tessile, del mobile e della meccanica). E' stata la convinzione profonda del lavoro, come motore di un bene comune, che ha innervato i tessuti famigliari dei brianzoli, di tradizione popolare e cattolica, e li ha resi promotori dello sviluppo del proprio territorio". [M. Viganò].

Ciclismo: Niki Giussani si impone a Ciserano

Lun, 19/02/2018 - 09:28
Si inizia a fare sul serio in casa team Marville. Alla sua seconda uscita stagionale, il forte ciclista di Gaggio di Nibionno, Niki Giussani, s'impone alla grande, a braccia alzate, a Ciserano (Bg) alla tappa del circuito Giroingiro del Progetto Lombardia. Una gara di 120 km con Giussani che bissa così il successo ottenuto l'anno scorso proprio in quel di Ciserano. L'anno scorso in volata, quest'anno, con maggiore autorità. Il suo primo pensiero va subito ai compagni di squadra.''Siamo un grande gruppo ed un ottima squadra. Insieme riusciamo a conquistare tanti obiettivi come la vittoria di Ciserano. Grazie a tutti ed iniziamo la stagione alla grande''.Dopo il terzo posto assoluto in quel di Liscate, Niki porta a casa una vittoria più che meritata. Da rimarcare anche l'ottimo quarto posto del neo acquisto erbese Cristian Corti, e nella top ten, l'altro acquisto in casa Marville, l'albese Fabio Frigerio.

Oggiono: The Jolly Stompers si allenano con Luca Bergers

Lun, 19/02/2018 - 09:25
E' stato una grande successo lo stage organizzato dalla "The Jolly Stompers" di Oggiono con Luca Bergers, il primo e unico italiano a combattere nella BKB, Bare Knuckle Boxing (Boxe a mani nude).Foto di gruppo per i partecipanti all'allenamento di sabato(clicca sull'immagine per ingrandire)Oltre 40 partecipanti si sono allenati sabato pomeriggio presso la palestra di Via V.Veneto 3 - Oggiono, dove hanno potuto apprendere e sperimentare le principali tecniche di combattimento della boxe a mani nude con i consigli di Luca Bergers professionista in questo sport.Gli organizzatori Michele Gilardi e Davide Derocchi, sono molto felici di questo risultato, ringraziano Luca Bergers per la disponibilità e ringraziano tutti i ragazzi e ragazze che hanno partecipato allo stage.

Ciclismo: l'US Biassono e i suoi atleti casatesi

Lun, 19/02/2018 - 09:22
Filippo, Giacomo, Mattia, Matteo e Alessio sono cinque giovani ragazzi che amano e praticano il ciclismo, vivono nel Casatese e nel Meratese ma gareggiano per una Società Ciclistica della provincia di Monza e Brianza: l'Unione Sportiva Biassono.Nel weekend appena trascorso, la storica compagine brianzola ha presentato al pubblico i sedici atleti che formeranno le due formazioni impegnate sui campi gara a partire dal mese di marzo. Abbiamo cercato di conoscere meglio i cinque atleti che vivono nelle nostre zone.Filippo Colombo - Nato a Lecco il 15 maggio 2002 risiede ad Osnago e studia a Lecco. Per alcuni anni ha gareggiato in sella ad una Mountain Bike ma dalla scorsa stagione si cimenta nelle gare su strada. Il 2018 sarà per lui il secondo anno in maglia U.S. Biassono; gareggia nella categoria Allievi.Giacomo Villa - Anche lui è al secondo anno nella categoria Allievi, risiede a Monticello Brianza, è nato nel gennaio 2002 e ha iniziato a correre in bicicletta da giovanissimo. Lo scorso anno ha vinto la classifica dei giovani del prestigioso "Giro della Provincia di Como"; è salito sul terzo gradino del podio nella "Piccola Tre Valli Varesine" di Induno Olona. Nel 2016, tra gli Esordienti, si è imposto nella Giornata Nazionale della Bicicletta del Ghisallo.Mattia Pellegrini - Il giovane di Casatenovo negli anni scorsi ha ottenuto buoni risultati: una vittoria e diversi piazzamenti nel 2014; una vittoria e due secondi posti nel 2015 e due vittorie nel biennio 2016 - 2017. Il 2018 segnerà il suo passaggio alla categoria Juniores, la prima vera categoria agonistica a livello internazionale.Matteo Giubilo - Nato nel mese di aprile del 2001, Matteo vive a Barzanò. Ha corso nelle passate stagioni nell'Unione Ciclistica Costamasnaga e nel 2017 ha ottenuto piazzamenti in due gare: una disputata a Rogeno e l'altra a Montevarchi in Toscana.Alessio Valagussa - Lecchese di Casatenovo, Alessio è nato il 30 dicembre del 2000 a Merate; frequenta il Liceo ad Oggiono ed è uno dei tre "senatori" del team Juniores dell'Unione Sportiva Biassono

Missaglia: in consiglio la minoranza critica il bidone giallo e la nuova modalità di raccolta

Lun, 19/02/2018 - 08:48
L'ultima seduta consiliare svoltasi a Missaglia, ha fornito lo spunto all'assise per discutere di uno dei temi di maggiore attualità nelle ultime settimane: l'introduzione del bidone giallo per carta e cartone nel sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. Tra i punti all'ordine del giorno era infatti prevista l'approvazione del piano finanziario per la Tari, con le relative tariffe. A questo proposito l'assessore al bilancio Luigi Magni ha spiegato che il gettito del tributo deve coprire interamente la spesa (stimata in 630mila euro) sostenuta dal Comune per il servizio di raccolta dei rifiuti, che a Missaglia è gestito da Silea. Da sinistra i consiglieri di minoranza Casiraghi e Spreafico, gli assessori Redaelli e Diacci''Da sempre abbiamo applicato coefficienti di calcolo minimi per non penalizzare gli esercizi commerciali che con l'introduzione di questa nuova tariffa, avevano subito un aumento di costi notevole'' ha aggiunto l'esponente della giunta, specificando che è stato mantenuto lo sconto di 25 euro per ogni figlio minore, proprio per andare incontro alle famiglie più numerose. La Tari prevede infatti una quota fissa e una variabile, proporzionale ai componenti di ogni nucleo. Per quanto riguarda il futuro la tariffa è nelle mani dei cittadini e dalla modalità con la quale attuano la raccolta differenziata''.Molto critico sul nuovo sistema di raccolta, il consigliere di minoranza Alberto Spreafico. ''Ho sempre sostenuto che questa modifica avrebbe causato dei problemi, ed effettivamente così è stato. Ci sono stati errori e criticità nel modo in cui è stato impostato il nuovo sistema: il bidone giallo ha portato criticità non indifferenti, mentre mi è stato segnalato che i sacchi viola, ora più leggeri perchè privi di carta e cartone, vengano spesso persi dai mezzi degli operatori, finendo in strada. Speravamo perlomeno in una riduzione della tariffa, invece quella non è cambiata'' ha detto l'esponente del gruppo Per Missaglia e Frazioni.Non si è fatta attendere la replica dell'assessore all'ecologia Paolo Redaelli che, pur senza nascondere le criticità iniziali, si è detto ottimista circa l'esito della sperimentazione. ''Si sa che ogni volta che viene proposto qualcosa di nuovo serve un minimo di rodaggio. A un mese di distanza dall'introduzione del bidone giallo, c'è chi sbaglia ancora, ma la situazione è migliorata. A Missaglia abbiamo consegnato il 92% dei bidoni: riteniamo di aver effettuato delle buone scelte di pubblicizzazione del nuovo sistema'' ha detto Redaelli, citando i problemi che si sono registrati con alcuni condomini che non hanno voluto il bidone giallo grande e aggiungendo che il gruppo missionario proseguirà per alcuni mesi nella raccolta periodica di carta e cartone, come ha sempre fatto. Con il passare del tempo si valuterà se proseguire o meno questo servizio. Da sinistra il sindaco Bruno Crippa e l'assessore Luigi Magni durante la presentazione della Tari''Bisogna lavorare sull'educazione delle persone, far capire l'importanza del differenziare. Abbiamo già fatto alcuni incontri nelle scuole perchè è dalle giovani generazioni che bisogna incominciare. Serve un'informazione continua'' ha proseguito l'assessore Redaelli.La collega di giunta Laura Pozzi ha ricordato i progressi che sono stati fatti nella raccolta dei rifiuti essendo dovuti partire nel 2012 dal sacco nero, mentre il sindaco Bruno Crippa ha garantito che dal prossimo anno la tassa dei rifiuti diminuirà.La discussione sul piano finanziario della Tari e le sue tariffe, si è chiusa con l'astensione dei tre consiglieri di opposizione presenti e il voto favorevole della maggioranza.

Barzago: l'11 gita con il Gruppo Escursionistico

Lun, 19/02/2018 - 08:39
Il Gruppo Escursionistico Barzaghese propone per domenica 11 marzo il giro ad anello Monte Avaro - Laghi Ponteranica (Valbrembana). Il ritrovo sarà alle ore 07.00 (parcheggio del mercato). Il prossimo ritrovo serale del Gruppo Escursionistico Barzaghese "Mai sècch" sarà mercoledì 21 febbraio alle ore 21.00 presso il centro anziani (riunioni successive 7 e 21 marzo).Restate sempre aggiornati anche tramite la pagina facebook: https://www.facebook.com/GruppoEscursionisticoBarzaghese

Bulciago: la festa di Carnevale in piazza con Comune e negozi

Dom, 18/02/2018 - 21:43
Carnevale in piazza a Bulciago, grazie alla collaborazione tra amministrazione comunale e gli esercizi commerciali del paese. E' questa la novità della festa di quest'anno che, sabato 17, ha portato in piazza quasi duecento persone di tutte le età, capaci di animare il centro del paese a partire dalle ore 15 fino alla sera. I primi ad arrivare sono stati i più piccoli che hanno partecipato alla lettura animata "La storia di Arlecchino", organizzata presso la biblioteca comunale dal circolo di lettura. Il clima di festa ha poi abbracciato l'intera piazza dove erano presenti varie attrazioni per piccoli e grandi: crepes e zucchero filato da degustare di fronte ai gonfiabili allestiti in piazza. C'era anche la possibilità di partecipare a una sessione di trucco e parrucco, offerta dai negozi HairShampoo e La corte di Venere. A destra il sindaco Luca CattaneoCentro logistico di tutte le attività era il Bar Centrale di piazza Aldo Moro dove era possibile acquistare una carta che permetteva di poter partecipare alle attività di trucco e parrucco, di acquistare le stelle filanti messe a disposizione dalla Libreria dei Ragazzi e di salire e scendere dal gonfiabile montato in piazza grazie al Bar Centrale. Chi la acquistava aveva a disposizione anche le bolle di sapone e poteva partecipare al termine a un'estrazione in cui era in palio una visita al parco divertimenti di Como. Il ricavato dell'iniziativa è stato devoluto all'associazione Cornelia De Lange per far conoscere l'omonima sindrome, tutelare le persone che ne sono affette, promuovere l'adozione di leggi per migliorare le condizioni di vita e favorire la preparazione di personale specializzato. A chiudere il pomeriggio è arrivato in piazza anche il track food 4Spaghi che ha servito da mangiare ai presenti sulle note di DJFABO. "Non ci aspettavamo così tanta gente" hanno detto Daniela e Patrizia, titolari del Bar Centrale di Bulciago. Commento positivo ribadito anche dal sindaco Luca Cattaneo che, presente in piazza, si è detto soddisfatto per la "benvenuta novità" della collaborazione tra l'amministrazione comunale e le realtà private del paese. "Spero sia l'inizio di una serie di iniziative congiunte" ha detto, convinto che "se fatte insieme, le cose funzionano bene , soprattutto nei piccoli paesi".

Nibionno: festa di Carnevale in palestra con il Comune

Dom, 18/02/2018 - 21:39
Anche quest'anno la festa di Carnevale è tornata a Nibionno. Sabato 17, presso la palestra comunale della frazione di Tabiago, giovani e adulti hanno partecipato alla kermesse "Magic Fantasy show", organizzata dall'amministrazione comunale di Nibionno, dall'assessorato allo sport e tempo libero e dalla biblioteca comunale "Nando Maggioni". "L'obiettivo è offrire un pomeriggio di divertimento e di socialità per tutti, piccoli e grandi" ha detto il vicesindaco Giovanni Panzuti che ha voluto essere presente all'evento carnevalizio. Per i bambini e le bambine la palestra ha ospitato anche uno spettacolo che è riuscita a coinvolgere tutti attraverso musica e battute. A partire dalle ore 16 a tutti è stato offerta una merenda con zucchero filato e pop corn. Nel corso del pomeriggio più di duecento persone hanno partecipato al pomeriggio di festa, voluto soprattutto, dall'assessore alla cultura e al tempo libero Laura Puttini. Tra i presenti si sono sprecati i travestimenti più bizzarri e inconsueti come quello da monaca, scelto dal papà Loris Magni. "Carnevale è il giorno del divertimento e della risata" ha spiegato, aggiungendo come sia la terza edizione della festa a cui ha partecipato con il resto della famiglia. "E' un modo per stare insieme con gli altri ragazzi e genitori e divertirsi insieme con un po' di musica" ha detto, auspicando che si possa ripetere anche l'anno prossimo.

Casate: il ricordo di Franco dagli amici del “Club degli Zucconi”

Dom, 18/02/2018 - 18:38
''Ci mancherà moltissimo. Lascia un grande vuoto in tutti noi e nel nostro gruppo”. È così che il Club degli Zucconi, sodalizio casatese attivo da anni sul territorio, ha voluto ricordare uno dei suoi membri storici, Franco Brambillasca, scomparso negli scorsi giorni a seguito di una lunga malattia. Franco Brambillasca, a destraResidente a Besana Brianza, il 71enne faceva parte del direttivo dell’associazione guidata dal presidente Ettore Frigerio e dal vice Giorgio Pennati e famosa in tutto il territorio per l’organizzazione della Festa della Zucca, che ogni anno riunisce tantissimi appassionati della coltivazione dell’ortaggio arancione. E proprio durante la Festa della Zucca 2016, Brambillasca si era aggiudicato il quarto posto ex aequo con Francesco e Lorenzo Petrelli, presentando alla giuria un esemplare da 201.5 chili. “Nel nostro gruppo era molto attivo: è uno dei membri storici ed è entrato nel Club fin dai primissimi anni. Faceva parte del direttivo ma partecipava anche a tutte le nostre iniziative con grandissima passione e creatività. Aveva sempre nuove idee, amava proporre novità e innovazioni diverse. A lui dobbiamo anche il coinvolgimento nelle nostre attività di altri appassionati della coltivazione della zucca provenienti da Teglio”, hanno proseguito i membri del Club degli Zucconi.I funerali del 71enne sono stati celebrati presso la parrocchia di Besana in Brianza, paese di residenza di Brmabillasca, alla presenza di famigliari, amici e di diversi membri del sodalizio. “Si è impegnato fino alla fine, senza mai lamentarsi e sempre con grandissima passione. Lascia un grande vuoto, lo ricorderemo sempre con tantissimo affetto”, hanno concluso i membri del Club, che hanno voluto ricordarlo anche tramite un messaggio postato sulla loro pagina Facebook, corredato da diverse immagini del 71enne: “....ciao Franco....forte e pieno di vita fino all'ultimo....”.

Pagine