Tu sei qui

CasateOnLine

Abbonamento a feed CasateOnLine
Casate Online
Aggiornato: 3 ore 57 min fa

Casatenovo: è saltata la convenzione con la Provincia per gestire le gare del personale

5 ore 55 min fa
Recesso del Comune di Casatenovo dalla convenzione stipulata con la Provincia di Lecco relativamente all'organizzazione di concorsi e procedure selettive del personale. La delibera è stata approvata all'unanimità nel corso del consiglio comunale ''lampo'' svoltosi mercoledì sera. Una decisione assunta in concomitanza con la necessità di sostituire due componenti del personale - un geometra per l'ufficio tecnico e un'impiegata per la segreteria - tramite concorso pubblico, dal momento che dalla procedura di mobilità il Comune non è riuscito ad individuare le figure richieste. Da sinistra il vicesindaco Marta Comi, il sindaco Filippo Galbiati, il segretario GiuseppeMendicino la responsabile della segreteria Roberta Cesana e l'assessore Marta PicchiA relazionare all'assise le motivazioni che hanno portato al recesso unilaterale della convenzione è stato il segretario Giuseppe Mendicino, spiegando come si sia preferito gestire in proprio le procedure di selezione del personale con l'obiettivo di individuare le professionalità specifiche di cui il Comune di Casatenovo necessita. L'esperienza con la Provincia non è stata positiva, sia per le tempistiche - più lunghe - sia per il contenuto del capitolato di concorso che è stato ritenuto troppo generico rispetto a quelle che invece erano le esigenze degli uffici comunali, dove il rapporto dipendente/abitanti è di 1/233, decisamente superiore alla media nazionale. Servono quindi con urgenza nuove professionalità che siano aderenti ai profili richiesti.''Viste le condizioni, abbiamo deciso di gestire le procedure in autonomia e di recedere dalla convenzione perchè non ha senso disporre di uno strumento che poi non utilizziamo'' ha concluso il segretario. La delibera è stata approvata all'unanimità, mentre si è mostrata critica la consigliera del Movimento Cinque Stelle Loana Trevisol sul precedente punto trattato in assise, ovvero il rinnovo della convenzione con la stazione unica appaltante della Provincia di Lecco per la gestione dei bandi di gara. I consiglieri di minoranza''Vedo che i costi fissi sono rimasti inalterati, mentre su quelli variabili c'è una differenza notevole: spenderemo più del doppio e mi stupisco che in commissione non se ne sia discusso'' ha detto l'esponente del movimento pentastellato. Nella sua replica il sindaco ha precisato come la convenzione sia standard per tutti i comuni ed i costi aggiuntivi dovuti all'evoluzione normativa sugli incentivi tecnici. Una spiegazione che però non è servita a placare le critiche della Trevisol che ha preferito astenersi.A chiudere la seduta è stata una variazione al bilancio, con l'applicazione di una parte dell'avanzo di amministrazione per alcune spese dovute a opere pubbliche (segnaletica orizzontale stradale, adeguamento antisismico, prevenzione antincendio etc). A questo proposito la consigliera Trevisol ha chiesto lumi sulla destinazione della maggiore spesa di 15mila euro per incarichi pubblici. ''Serve per i lavori di completamento degli alloggi della caserma: il provveditorato ha chiesto che sia il Comune ad occuparsi dell'aspetto relativo alla sicurezza del cantiere'' ha replicato il sindaco Filippo Galbiati, con la Trevisol che lo ha incalzato sul potenziamento del numero dei militari, obiettivo primario dell'intervento edilizio. ''Sappiamo quanti carabinieri in più ci saranno?'' la domanda dell'esponente dei Cinque Stelle. ''Al momento no'' la risposta del primo cittadino. La maggioranzaIn chiusura di dibattito Rosanna Rampin (Più Casatenovo) ha esortato l'amministrazione ad intervenire sulla segnaletica stradale in tempi brevi. La delibera è stata approvata con il voto contrario della Trevisol, mentre i colleghi di opposizione si sono astenuti.

Colpo grosso di un comasco al Casinò: 40mila euro alla slot

6 ore 37 min fa
Comasco, 62 anni, commerciante: un identikit relativamente comune per un giocatore tutto sommato occasionale - ieri sera era approdato al Casinò Campione d'Italia con gli amici, come gli era accaduto una decina di volte quest'anno - ma baciato dalla fortuna. Seguendo una piccola abitudine anche ieri il comasco ha raggiunto il secondo piano della casa da gioco e si è seduto davanti a una slot Poker Gp. Qualche momento e poi l'emozione di un Poker Real da 40.000 euro tondi tondi. Di che brindare - l'ambiente del Casinò campionese vi si presta ottimamente - ad una serata trascorsa, è il caso di dirlo, proficuamente divertendosi.

Al Casinò ''Special Live Nights'' Monica Magnani, performance vocale

6 ore 49 min fa
Monica MagnaniMonica Magnani è tra gli interpreti protagonisti di "Special Live Nights", il ricorrente appuntamento del sabato sera al settimo piano del Casinò Campione d'Italia. Vocalist di talento, torna a grande richiesta ad animare la cena al Seven, il ristorante che la casa da gioco riserva ad un'intimità romantica dove la voce di Monica Magnani costituisce la colonna musicale perfetta per una serata da ricordare. Dalle ore 20 del 26 maggio, dunque, gli ospiti del Seven godranno dell'intensità dei motivi selezionati dall'interprete attingendo agli ultimi decenni della musica leggera, non solo italiana. Da giovanissima Monica Magnani aveva coltivato - pianoforte e canto - un'autentica vocazione che nel tempo si è espresso con l'assidua collaborazione con grandi interpreti pop, da Laura Pausini a Eros Ramazzotti, da Joe Cocker a Gloria Gaynor. Da un tour all'altro la capacità di cantare dal vivo ha fatto di Monica Magnani una professionista affermata: a Campione d'Italia ribadirà doti riconosciute sia in televisione - con Gianni Morandi, Antonella Clerici, Carlo Conti - sia in plurime edizioni di Umbria Jazz. Perciò "Special Live Nights" sabato prossimo risuonerà della performance di una vocalist d'eccezione (come l'offerta gastronomica del Seven e l'emozione che il Casinò assicura nelle sale giochi) organizzata in collaborazione con la società MilanoShow.Per le prenotazioni telefonare allo 00 41 916401111 o al numero verde 00 800 80077700.

Casatenovo: lettera condivisa del consiglio a Regione e Provincia per ''fare il punto'' sul centro

7 ore 26 min fa
Un'azione congiunta sul tema della riqualificazione del centro. Stamani dal municipio di Casatenovo è partita infatti la missiva destinata a Regione Lombardia, firmata congiuntamente da maggioranza e gruppi di opposizione. Un'iniziativa resa nota mercoledì sera dal sindaco Filippo Galbiati in apertura di consiglio comunale. I capannoni dell'ex Vismara in Piazza del Lavoro''Abbiamo deciso di promuovere un'azione concordata sul centro, inviando una lettera condivisa'' le parole del primo cittadino, che ha spiegato come al centro del documento vi sia la richiesta di un incontro con il nuovo assessore all'ambiente Pietro Foroni per fare il punto sull'accordo di programma per il trasferimento del salumificio Vismara a Cascina S.Anna e la conseguente riqualificazione del centro di Casatenovo, attuato per il momento soltanto a metà.Come noto infatti, se l'azienda alimentare è operativa nella nuova sede di Campofiorenzo da un quinquennio ormai, non sono ancora partite le opere di demolizione e bonifica dei vecchi edifici indistriali che occupano gran parte del centro paese. Un tema molto complesso che in questi anni ha creato discussione e forti critiche da parte delle opposizioni, legate soprattutto alla presenza di coperture e parti in amianto all'interno dell'ex comparto produttivo. Il consiglio comunale riunito ieri seraLa richiesta di un incontro con i nuovi vertici regionali - in parte rinnovati dopo le recenti elezioni che hanno sancito la vittoria di Attilio Fontana, candidato del centrodestra - nasce appunto dall'esigenza di tracciare un bilancio rispetto a quanto portato avanti sino ad ora e programmare ulteriori azioni congiunte poichè, nonostante l'impegno profuso, il Comune sta ancora attendendo il deposito della convenzione da parte di Ferrarini, il terzo operatore coinvolto nell'accordo di programma, mentre sono già stati adottati dalla giunta gli altri due piani integrati di intervento presentati da Immobiliare Casatenovo e Devero. Una situazione di empasse che sta pregiudicando il buon esito della vicenda urbanistica, tanto complessa quanto importante per lo sviluppo del centro casatese. La missiva è stata inviata questa mattina all'assessore regionale Foroni e ai consiglieri Mauro Piazza, Flavio Nogara e Raffaele Straniero, ma anche alla Provincia di Lecco, in particolare al presidente Flavio Polano e al consigliere delegato al territorio Bruno Crippa. L'area ex VisterIl testo, come ha precisato Galbiati, è stato condiviso con le minoranze, ovvero con Più Casatenovo e con il Movimento Cinque Stelle. ''Visto che l'obiettivo continua ad allontanarsi, speriamo di poter avere delle risposte concrete'' ha spiegato il capogruppo di opposizione Marco Pellegrini, con la collega Rosanna Rampin che ha precisato l'impegno personalmente profuso - oltre che da se stessa - anche da parte della collega Barbara Beretta, nel contattare gli esponenti politici di riferimento. Inviata la missiva, ora non resta che attendere la risposta di Regione: una volta convocato, l'incontro sarà esteso anche ai capigruppo di maggioranza e opposizione.

Casatenovo: ''Il rompiballe'' ha chiuso la stagione teatrale in Auditorium

8 ore 46 min fa
Si è conclusa lo scorso 17 maggio la stagione teatrale dell'Auditorium di Casatenovo con uno spettacolo frizzante e brioso: ''Il rompiballe''.Al termine delle ultime prove tecniche e prima di salire sul palco è stata allestita dall'addetto stampa Alberto Butti, presso la hall del cine teatro, una breve conferenza alla quale hanno partecipato tutti gli attori dello spettacolo tra cui anche il regista Marco Rampoldi.Un momento della conferenza stampa in Auditorium"Il punto di arrivo di questo, come di altri progetti che ci hanno visto lavorare insieme, è l'incontro tra il doppio binario del teatro che vede testi strutturati incontrare degli artisti comici. Il testo originale de "Il rompiballe" che vogliamo rappresentare questa sera è un mix dei due film, uno del 1973 e 2008, che sono molto utilizzati per le rappresentazioni portate in scena dalle compagnie amatoriali. Nonostante abbia preso ispirazione da tali opere cinematografiche, né io né la maggior parte del cast abbiamo voluto farci influenzare da tale testo per poterne dare un'interpretazione frutto dei nostri spiriti artistici'' ha spiegato il regista.Roberta Petrozzi ha invece puntato l'attenzione sul cast della rappresentazione teatrale. "Siamo un gruppo di artisti che si ritrova abitualmente e che si è sempre più unito sia per consuetudine, ma soprattutto per amicizia e continua collaborazione"."Questa sera vi sono solo alcuni dei componenti di questo gruppo che vede alternarsi sul palco dei nostri progetti diverse combinazioni dei suoi membri perché tali sottogruppi sono in grado di portare alla luce differenti risultati teatrali" ha aggiunto Rampoldi.Nel cast degli attori, anche il noto comico Max Pisu nel ruolo del protagonista, ''il rompiballe''. "È stato facile entrare nel personaggio poiché è molto nelle mie corde, un casinista, molto simile a me nella vita reale". Alla domanda relativa a chi si ispira per lo sviluppo dei suoi personaggi comici, l'attore ha così risposto: "Jerry Lewis è ovviamente la mia ispirazione che non solo nella veste del rompiballe mi ha aiutato a prendere parte ad altri spettacoli in altrettanti teatri". Poi la parola è passata a Claudio Batta che ha interpretato l'assassino: "il mio personaggio, all'inizio freddo, con il trascorrere delle scene si trasforma in comico. Infatti, sta tutto nell'incidente, nella contrapposizione tra i due protagonisti oggettivamente agli antipodi: il confronto tra di loro è centrale nella scena ed è la base su cui costruire le risate".Regista e attori hanno inoltre raccontato che il clima dietro le quinte è sempre stato ''molto conviviale e divertente che spesso porta a distaccarsi dal testo, ma rimanendo sempre nel personaggio. Lo spettacolo si è sviluppato sia nei tempi, sia nell'interpretazione, infatti vi sono degli atteggiamenti, dei comportamenti che ad ogni rappresentazione si sono aggiunti ed hanno arricchito lo spettacolo nel suo insieme. In più, spesso accade che gli attori da dietro le quinte scoppino a ridere per qualcosa che al pubblico è ignoto, cosa che caratterizza uno spettacolo che ormai è da tre anni che viene portato in scena. L'unica cosa di cui ci dispiace è l'assenza di Claudio Moneta, il quale ha dovuto prendere parte ad un altro spettacolo poiché i tempi di questa tournée si sono prolungati e lui aveva già preso altri impegni. In ogni caso il suo ruolo verrà svolto dal regista, Marco Rampoldi".La discussione si è poi spostata sulla comicità in generale con l'intervento di Massimo Locati, responsabile del cineteatro che è intervenuto chiedendo delle esperienze passate degli artisti presenti. Hanno risposto in coro Pisu, Batta e Rampoldi discendo: "l'esperienza della comicità è cambiata nel tempo, vi sono stati grandi cambiamenti che hanno portato all'estinzione dei palchi per cabaret, come hanno portato all'identificazione degli attori negli unici personaggi di Zelig. Questa è una banalizzazione delle attività che un artista quale un attore possa interpretare poiché, come si vedrà questa sera, il repertorio che si vedeva mettere in scena in quei pochi minuti sul palcoscenico, sono solo una minima parte delle capacità di interpretazione che distinguono ogni membro del mondo dello spettacolo teatrale. Oggi per di più non si dà più valore ai giovani che vengono spesso dimenticati e non hanno più tante possibilità di ritornare in scena".Al termine della conferenza stampa, sono arrivati i primi spettatori che hanno gremito i posti a sedere dell'Auditorium che anche in quest'ultimo spettacolo ha registrato il sold-out.Uno spettacolo veloce, accattivante e molto divertente per i grandi nomi della scena comica italiana che sono saliti sul palco, chiudendo questa stagione teatrale ricca di successo per il cineteatro casatese.

Barzanò: nel 1° week-end di giugno Croce Rossa in festa

8 ore 51 min fa
Torna anche quest'anno la tradizionale festa organizzata dai Volontari del Comitato Croce Rossa Italiana di Casatenovo, il sodalizio con sede a Barzanò attivo da 26 anni negli ambiti sanitari e sociale. Confermata la location degli ultimi anni - la festa si terrà presso l'Oratorio "Paolo VI" di Barzanò - e alcuni elementi che la contraddistinguono quali la buona musica, le attività per i più piccoli e di formazione gratuita per i più grandi e l'ottima cucina, oltre ad alcune novità di quest'anno: una serata con i campioni italiani di barbecue lunedì 4 giugno e, a conclusione dei quattro giorni di festa, uno spettacolo pirotecnico. Da venerdì1 a domenica 3 giugno sarà possibile cenare (a partire dalle 19:00) presso il ristorante accompagnati da dell'ottima musica (inizio dei concerti previsto per le 21.30): venerdì 1 giugno musica folk con il gruppo brianzolo dei Damatrà, sabato 2 giugno i più celebri brani di Lorenzo Jovanotti suonati dalla cover band Jovanotte, domenica 3 musica dance con i The Funky Machine. Inoltre, nelle giornate di sabato 2 e domenica 3 giugno, sarà possibile pranzare a partire dalle 12.30. Sabato 2 giugno alle 14.45, previa iscrizione, si potrà partecipare ad un torneo di burraco organizzato dai Volontari il cui incasso, come del resto anche quello della festa, sarà destinato alle molteplici attività che vedono impegnati i Volontari Croce Rossa durante tutto l'anno. La giornata di domenica prenderà avvio alle ore 10.00 con la tradizionale consegna di una targa di ringraziamento ai Volontari per i 10, 15, 20 e 25 anni di servizio presso il Gruppo di Casatenovo e alle Associazioni e imprese del territorio che hanno supportato attivamente le attività portate avanti dal Comitato. A partire dalle 15:00 spazio ai più piccoli con "CRI for kids": una serie di attività per apprendere giocando tra cui il "percorso pompierini", a cura dell'Associazione Comando dei Vigili del Fuoco di Merate e "l'Ambulanza dei peluches" a cura degli stessi Volontari CRI, oltre agli immancabili gonfiabili e ad un percorso mountainbike a misura di bambino a cura del Torrevilla MTB di Monticello Brianza. Sempre domenica, dalle 15.30, mamma, papà, nonni e tutti coloro i quali hanno a che fare con neonati e bambini potranno assistere ad una lezione gratuita sulle corrette manovre da attuare in caso di ostruzione delle vie aeree nei più piccoli oltre a poter riconoscere un arresto cardiaco e ad agire di conseguenza. I quattro giorni di festa si chiuderanno lunedì 4 giugno con due grosse novità per tutti: dalle 19.00 possibilità di assaporare (per alcuni piatti è richiesta la prenotazione) la carne alla griglia dei Brig Boys BBQ Team, i campioni italiani di barbecue e alle 22.30 uno spettacolo pirotecnico per chiudere alla grande la manifestazione. Per ulteriori informazioni, visionare il programma completo e prenotare i piatti di carne lunedì 4 giugno è sufficiente visitare il sito internet www.cricasatenovo.it oppure la pagina Facebook www.facebook.com/cricasatenovo

Molteno: la minoranza interroga il sindaco sul degrado e i pericoli dell’ex area Badoni

9 ore 18 min fa
Verrà discussa questa sera in consiglio comunale l'interpellanza formulata da Progetto Per Molteno sulla sicurezza dell'area ex Badoni e zone limitrofe. Da diverso tempo i cittadini segnalano la presenza di persone dedite al consumo di sostanze psicotrope e alcoliche. L'area ex Badoni a MoltenoLa superficie in questione, un triangolo - di proprietà privata - di circa 27.000 mq indicato nel Piano di governo del territorio (PGT) come "area rurale (non boschiva) non trasformabile", si trova poco distante dalla stazione ferroviaria e facilmente raggiungibile: le persone vi accedono scavalcando la recinzione di fronte al cimitero oppure attraversando la linea ferroviaria in Via Poscastello, nell'area ex- Segalini. C'è persino chi raggiunge la stazione in treno e percorre lo scalo ferroviario, camminando lungo la linea ferroviaria e andando incontro a situazioni di pericolo. Le segnalazioni della popolazione si sono fatte via via più frequenti: l'argomento suscita l'attenzione anche attraverso il tam tam sui social con cui si parla del fenomeno di degrado. Sul lato sud dell'area, quello confinante con la linea ferroviaria, è cresciuta vegetazione spontanea: "Sono presenti piante che hanno raggiunto diversi metri di altezza e soprattutto numerosi arbusti di media altezza che offrono un "muro di verde" utile all'ambiente e alla fauna, che offre anche un effetto mitigatore dei rumori provenienti delle aree industriali presenti a Nord-Est, ma che, purtroppo, risulta ideale come nascondiglio per i soggetti dediti alle attività sopra descritte" spiegano i consiglieri Giovanni Galimberti e Giovanni Elli che segnalano come la medesima situazione sia presente dirimpetto, nell'ex area Segalini dove sono si trovano all'area aperta vari tipi di rifiuti, provenienti dall'utilizzo di materiale per il consumo di stupefacenti o da piccoli furti. "Diverse operazioni di contrasto allo spaccio di droga sono state effettuate negli ultimi anni nei paesi lungo la lineaI consiglieri Galimberti ed Elliferroviaria LC-Molteno-Milano (la più recente denominata "capolinea" del giugno 2017), ma purtroppo lo spaccio prosegue, e negli ultimi due mesi l'intensificazione del via-vai di persone nell'area "Ex-Badoni" suggerisce che le attività illecite stiano proliferando" proseguono i consiglieri chiedendo al sindaco di valutare l'emissione di un'ordinanza contingibile ed urgente per imporre il taglio della boscaglia cresciuta lungo il confine sud dell'area "ex-Badoni", oltre che la pulizia di via Poscastello "certi che, la mancanza di ordine e pulizia, soprattutto nelle aree dismesse e nelle strade di accesso alle stesse, siano condizioni che favoriscono l'attecchimento di attività illecite". I consiglieri chiedono al sindaco quali azioni, e con quale programmazione, intende intraprendere per risolvere i problemi di sicurezza e i probabili problemi igienico sanitari ed ambientali. Come dicevamo in apertura, il primo cittadino Mauro Proserpio risponderà all'interpellanza nel corso del consiglio in programma per questa sera alle 21.Per visualizzare il testo completo dell'interrogazione clicca QUI

Sirone: rogo in un'azienda di via Verdi. Mezzi dei Vvf in posto

10 ore 41 min fa
Intervento dei vigili del fuoco in questi minuti presso la ditta Co.stamp di Via Verdi a Sirone a causa di un incendio che pare stia interessando la copertura dell'edificio. Sul posto si sono portate diverse squadre dei vigili del fuoco di Lecco, oltre alle forze dell'ordine.Maggiori informazioni appena possibile.

Costa: infortunio alla Limonta, 57enne riporta un trauma al braccio. Trasferita al PS

10 ore 59 min fa
I carabinieri intervenuti questa mattina alla Limonta di Costa MasnagaHa riportato un grave trauma da schiacciamento all'arto superiore una lavoratrice di 57 anni soccorsa questa mattina intorno alle ore 11.30 presso l'azienda Limonta di Costa Masnaga. Secondo le informazioni sin qui raccolte pare che la donna fosse impegnata nelle consuete operazioni lavorative quando - per cause ancora al vaglio delle forze dell'ordine intervenute sul posto - un braccio le sarebbe rimasto incastrato all'interno di un macchinario. Immediata la chiamata ai sanitari: sul posto si sono portati un'ambulanza della Croce Verde di Bosisio Parini e un'automedica, oltre all'elicottero decollato dal Sant'Anna di Como. Le condizioni della donna, rimasta sempre cosciente, apparivano infatti serie. Durante le operazioni, protrattesi per oltre mezz'ora, il personale sanitario è stato assistito dai vigili del fuoco di Lecco, intervenuti sul posto con una partenza. Sottoposta alle prime cure in loco e caricata in ambulanza, la 57enne è stata trasferita in ospedale per ulteriori accertamenti. Dell'infortunio avvenuto presso la tessitura masnaghese, come da prassi, sono stati avvisati i carabinieri della Compagnia di Merate e personale dell'azienda sanitaria territoriale (Ats Brianza) per ricostruire con esattezza la dinamica dell'accaduto attribuendo eventuali responsabilità.

Missaglia: al via le iniziative per il 50°del Coro Brianza

13 ore 22 min fa
Il Coro Brianza di Missaglia, il Coro Idica di Clusone e La Martinella di Folgaria al Monastero della Misericordia, ovvero l'Italia che canta al concerto che ha aperto il 50° di fondazione del Coro di Missaglia. Cinquecento le persone accorse ad ascoltare i protagonisti di un appuntamento di grandi emozioni. Molti gli applausi e gli spettatori con occhi lucidi, in particolare per l'interpretazione che il Coro Brianza, diretto da Fabio Trulzi, ha proposto, in dialetto, della "Ninna nanna del contrabbandiere" di Davide Van De Sfross. Nonchè dai bergamaschi con "Fiabe" e "Italia canta" col quale i trentini hanno ripercorso strofe della canzoni più note, quali "O sole mio", "Arriverderci Roma", "O mia bela Madunina". "Dopo l'incontro con Papa Francesco - ha detto Mario Saccacabarozzi, da quarant'anni presidente - oggi abbiamo vissuto nuove emozioni". Tra il pubblico Bruno Crippa, sindaco di Missaglia e gli amministratori di Clusone e Folgaria. Per chiudere i centodieci cantori sono saliti insieme sul palco dove, diretti da Triulzi, hanno cantato l'Ave Maria".Ottobre 1968. Beatles e Rolling Stones hanno già conquistato il mondo. Otto mesi prima il 18° festival di Sanremo, vinto da Sergio Endrigo e Roberto Carlos, ha visto sul palcoscenico anche Antoine e Gianni Pettenati. La nuova musica si sta affermando un po' dappertutto. In questo fermento di novità, c'è chi decide invece di continuare sulla strada della tradizione. Tra loro molti giovani. Il Coro Brianza di Missaglia è nato così. Presenza costante nella nostra regione, in Italia e mezza Europa, il Coro di Missaglia è stato ricevuto da Papa Wojtila e, nel marzo 2018, da Papa Francesco. Ha cantato in 700 concerti, registrato un LP e tre CD, vincendo premi a Praga, Barcellona, Savignaone (Genova). E' legato anche al Giappone. Nel 2016, per il 150° anniversario delle celebrazioni che hanno ricordato le relazioni Giappone-Italia, ha rappresentato il nostro Paese nei concerti ufficiali, ospitando in Brianza e Lecco il Noda Chorus di Tokyo. Visita restituita l'anno dopo. Expo 2015 è l'appuntamento che rimarrà nella storia. Gli organizzatori avevano voluto che il 1 maggio a Milano, accanto a Matteo Renzi presidente del consiglio in carica, ad inaugurare e chiudere a ottobre con l'inno nazionale, la kermesse che avrebbe aperto le porte dell'Italia al mondo intero, fosse proprio il Coro Brianza. Da giovedì 25 il Coro Brianza sarà a La Roche Posay, in Francia, gemellata con Missaglia. Dieci i concerti che lo porteranno al Gran Galà del 20 ottobre.

PENATI AUTO: COME AFFRONTARE AL MEGLIO L'ARRIVO DELL'ESTATE

13 ore 26 min fa
COME AFFRONTARE AL MEGLIO L'ESTATE?Con un check-up gratuito per i lettori di CASATEONLINE, MERATEONLINE E LECCOONLINE!Presso le sedi PENATI AUTO prenota entro il 31 MAGGIO il check up gratuito di una vettura di famiglia o anche della tua azienda se sei ad esempio un artigiano.Chiama ai numeri di seguito e specifica il codice promo CHECK-UP PROMO 05CML-       Sede di CASATENOVO Fiat Tel. 039-923.11.54 e Tel. 039-923.11.44 -       Sede di CERNUSCO Lomb. Fiat Tel. 039-599288-       Sede di ARCORE Alfa Romeo - Abarth Tel. 039-613.5527 e Tel. 039-613.5528-       Sede di MERATE Alfa Romeo Tel. 039-599.200*10 CONTROLLI GRATIS: Controllo sospensioni. Verifica livelli olio. Controllo freni posteriori ed anteriori. Controllo freno a mano. Controllo efficienza luci. Controllo efficienza indicatori di direzione. Controllo efficienza batteria. Controllo tergicristalli e lavavetro. Verifica usura e pressione pneumatici. Controllo impianto condizionamento. Ed inoltre Controllo scadenza revisione. CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRE In primavera ed estate è bello fare gite con la famiglia in giornata o potersi concedere piccole vacanze e siamo lieti di aiutarvi a partire sereni regalandovi un check-up della vettura per cercare di prevenire eventuali problematiche.Inoltre riceverete subito in omaggio la preziosa ed ESCLUSIVA PENATI CARD ORO per 5 anni di sconti e servizi da subito sugli eventuali interventi necessari: fino al 50% su pneumatici, vari sconti su tagliandi, accessori, lubrificanti, VETTURA SOSTITUTIVA GRATIS e molti utili servizi aggiuntivi. Per un grande risparmio che dura anche nel tempo.  Questo mese ed a GIUGNO poi IN OFFERTA A SOLI 14 EURO PRESSO LE SEDI PENATI AUTOlo speciale ESSENTIAL CARE per vetture fino ad 8 anni di anzianità che COMPRENDE: Coupon Fedeltà, con condizioni particolari e dedicate a te, su tutte le principali componenti soggette ad usura oltre che su una vasta offerta di accessori  e 2 anni di assistenza stradale FreeToGo!Di seguito inoltre le promozioni del mese: STREPITOSI SCONTI SULLE VETTURE NUOVE E KMZERO IN PRONTA CONSEGNA: FIAT TIPO, FIAT 500L, ALFA ROMEO GIULIETTA, FIAT 500, FIAT PANDA E SU TUTTA LA GAMMA!MA COSA SONO QUESTI IMPERDIBILI 100 FIAT?Una proposta irripetibile per l'acquisto di modelli della gamma Fiat e Lancia Ypsilon. Panda in pronta consegna a 7.400 Euro In aggiunta, un innovativo piano finanziario con prima rata a gennaio 2019 e anticipo zero. VEDI DI SEGUITO. CLICCA PER I DETTAGLI E NON FARTI SFUGGIRE LE MIGLIORI OFFERTE FINO AD ESAURIMENTO STOCK!*Scopri tutte le offerte irripetibili sulla gamma in pronta consegna. Richiedi tutti i dettagli ed il preventivo personalizzato. Le promo possono essere valide a fronte di permuta o rottamazione e/o adesione a finanziamento FCA Bank. Consumi ciclo combinato bz/ds da 3, 4 a 7,6 (l/100km); GPL da 6,5 a 8, 7 (l/100 km); metano da 3,1 a 4,9 (kg/100 km) Consumi Max gamma: NEDC: 7,7-8,9 l/100km Emissioni Max CO2: 203-236 g/km  PENATI AUTO SpA Dal 1930 crediamo nel made in Italy nel mondo WWW.PENATIAUTO.COMLE NOSTRE SEDI ALFA ROMEO Arcore (MB) - Via Matteucci, 44 Tel 039-613.551 Merate (LC) - Via Spluga, 39 Tel 039-599.200 LE NOSTRE SEDI ABARTH Arcore (MB) - Via Matteucci, 44 Tel 039-613.551 Casatenovo (LC) - Via Sirtori, 14 Tel 039-923.111 LE NOSTRE SEDI FIAT Casatenovo (LC) - Via Sirtori, 14 Tel 039-923.111 Cernusco L. (LC) - Via Spluga,103 Tel 039-599.288 LE NOSTRE SEDI FIAT PROFESSIONAL Casatenovo (LC) - Via Sirtori, 14 Tel 039-923.111 Cernusco L. (LC) - Via Spluga,103 Tel 039-599.288   Seguici anche su FACEBOOK!   WWW.PENATIAUTO.COM  info@penatiauto.com

Costa: alla pista la Festa di Brenno tra cucina e serate

13 ore 35 min fa
Anche quest'anno si è svolta a Costa Masnaga la tradizionale festa di Brenno, organizzata da un nutrito staff di volontari. Per l'intero fine settimana la frazione del paese, addobbata per l'occasione, è stata animata dalle numerose persone che si sono recate alla tensostruttura presso la pista ciclistica, per prendere parte alle cene e ai festeggiamenti. I preparativi sono iniziati la scorsa settimana e l'evento ha ufficialmente preso il via giovedì 17 maggio, proseguendo successivamente nei giorni di venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 maggio. Nonostante le condizioni meteo non siano state del tutto favorevoli alla festa, anche quest'anno si è riconfermato un successo grazie alla partecipazione di persone provenienti dai paesi limitrofi e non solo. "Sabato sera c'è stato il pienone, non avevamo più posto ai tavoli per ospitare le persone che arrivavano. Per cena abbiamo servito un piatto tipico: cervo con polenta. Un successo!" ha raccontato Giovanna, organizzatrice e membro dello staff.Particolarmente animata la giornata di domenica 20 maggio, iniziata alle ore 9 con la messa solenne. Nel pomeriggio invece sono stati organizzati giochi per le famiglie e soprattutto per i più piccoli: una corsa con i sacchi e il tiro alla corda. A seguito della processione, celebrata alle ore 17 la cucina ha riaperto per la cena "mangiamo insieme con... quel che ghe'..." e per salutare anche quest'anno, con l'immancabile tombolata, questi giorni di festa. "Anche io ho aiutato nell'organizzazione della festa, ho venduto il riso e stasera venderò le cartelle della tombola", ha raccontato Valentina, 14 anni, che ha dato il suo contributo divertendosi e impegnandosi. Durante tutto lo svolgimento della manifestazione si sono avvicendati numerosi volontari, grandi e piccini, residenti a Brenno che, tra servizio ai tavoli, al bar e in cucina, hanno garantito il buon esito della manifestazione.

Viganò: pranzo al ristorante per gli ospiti della Casa di riposo

13 ore 41 min fa
Mercoledì 23 maggio gli anziani della Casa di Riposo Nobili di Viganò sono stati invitati, come ogni anno, dal Ristorante Penati per un pranzo di festa che suggella l'amicizia che da anni lega la Casa di Riposo e il famoso Ristorante del nostro territorio. Un ottimo pranzo, tanti canti insieme e, soprattutto, un clima di armonia e di bene ha reso la giornata meravigliosa.

Annone: approvati i regolamenti di due spazi comunali

15 ore 39 min fa
Sono stati approvati all'unanimità dei consiglieri comunali di Annone Brianza i regolamenti per la concessione ed uso dei locali del Centro Ricreativo "Piccolo mondo" e dello "Spazio giovani". Il primo è un centro diurno per anziani e un ritrovo per le associazioni che si trova nelle vicinanze di Villa Cabella. "Nel regolamento abbiamo provveduto a descrivere in maniera dettagliata la divisone degli spazi. Alle associazioni, inoltre, è stato concesso l'uso gratuito attraverso la stipula di una convenzione con il comune. L'idea è nata per calibrare le esigenze dei gruppi in quanto in precedenza avevamo delle tariffe che non sempre venivano rispettate" ha spiegato l'assessore al bilancio Laura Bartesaghi. Lo spazio giovani, invece, è un locale inaugurato a fine 2017 al piano superiore dell'area ex Suzani. La superficie è stata affidata in parte all'associazione cacciatori, mentre l'altro spazio è stato pensato come luogo di incontro e per soddisfare le esigenze dei ragazzi. "E' valsa la pena realizzare quest'intervento. Siamo infatti contenti di come sta andando l'utilizzo dello spazio, di cui si servono soprattutto i giovani per il progetto SOS compiti. Abbiamo ricevuto alcune domande al fine di poter usare lo spazio per lo studio in quanto provvisto di tavoli, sedie e connessione internet. Con il regolamento viene quindi permesso l'utilizzo ai ragazzi sotto i 30 anni: se si tratta di residenti, questi potranno accedere gratuitamente pagando una cauzione" ha proseguito Bartesaghi, sostenuta dal sindaco Patrizio Sidoti, soddisfatto per l'utilizzo dei locali.

Annone: soddisfazione del sindaco per i lavori sul ponte, più cauta la minoranza

15 ore 51 min fa
Non era tra i punti in trattazione all'ordine del giorno, ma si è fatto ugualmente un breve cenno alla ricostruzione del ponte della strada provinciale 49. Nel consiglio comunale di Annone Brianza che si è tenuto nella serata di mercoledì 23 maggio il sindaco ha infatti riferito di aver parlato con l'impresa affidataria, la Co.Est Costruzioni e strade di Moliterno. "Stanno lavorando bene e, al momento, rispettando i tempi. Mi hanno detto che il 3 marzo 2019 potremo attraversare il cavalcavia" ha affermato con positività Patrizio Sidoti. Da sinistra il segretario dott.ssa Volpez, il sindaco Sidoti e gli assessori Bartesaghi e PellegattaIn disaccordo la minoranza che, ancora una volta, ha ribadito la propria posizione. Per i consiglieri i tempi che hanno preceduto il bando di gara sono stati lunghi. "Sono contento che abbiamo ricevuto il finanziamento, ma in un caso simile, per cui il ponte rappresenta una necessità per il territorio, avrebbe dovuto essere chiesta la procedura ristretta che, appunto in casi particolari, permette di velocizzare le procedure e dunque i tempi. Se la questione fosse stata presa di petto, avremmo potuto aprire il cavalcavia già a marzo di quest'anno" è la posizione sostenuta dal capogruppo di opposizione Tiziano Corti. Di diverso avviso su questo aspetto il primo cittadino. "Trovo che, nel complesso, abbiamo condotto un'ottima operazione. Abbiamo avuto a che fare con il Ministero, si è messa di mezzo la crisi del governo Renzi, ma per fortuna, con il nuovo governo è stato confermato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Del Rio che sin dall'inizio ha dimostrato attenzione sul tema. E' un buon risultato se si pensa ai tempi abituali della pubblica amministrazione: a febbraio 2017 eravamo al tavolo con i ministri a Roma e, nel giro di un anno, abbiamo fatto la progettazione e l'appalto. Lavorando nei comuni, devo riconoscere che tempi così veloci non li ho mai visti". I consiglieri di minoranza Bartesaghi, Corti e FerreroIl gruppo di opposizione, tuttavia, ha osservato che mancano ancora 300 giorni alla consegna del cantiere e dunque è ancora prematuro discutere della fine lavori. Quanto all'intervento, sono già stati portati sul cantiere i tubi per la palificazione, vale a dire l'infissione dei pali di fondazione della nuova struttura che richiederà poi 60 giorni per l'ancoraggio al terreno. Nel frattempo si prepareranno le travi che andranno a costituire la spalla della struttura: per quest'operazione, con ogni probabilità, verrà aperto il cantiere nell'area di sosta a fianco della statale 36 che conduce al compostaggio, come del resto era già stato annunciato. Inoltre, un'altra novità è emersa proprio in questi giorni: si avvia verso la chiusura anche l'inchiesta giudiziaria. Scadono infatti il prossimo 9 giugno i termini per le indagini sul crollo del 28 ottobre 2016, affidata dal sostituto procuratore Cinzia Citterio che sta seguendo il caso dopo il trasferimento a Bergamo del collega Nicola Preteroti, titolare in precedenza del fascicolo.

Cinque atleti lecchesi a Palermo ricordando la strage di Capaci prima di scendere in pista

Mer, 23/05/2018 - 18:42
Un'emozione che forse vale più di una medaglia. Cinque alunne lecchesi stanno vivendo un'esperienza unica insieme a 70 mila altri studenti di ogni ordine e grado provenienti da tutta Italia e che hanno colto l'appello "Palermo chiama Italia" nella giornata del 26° anniversario dalla strage di Capaci. Domani e dopodomani 1000 atleti gareggeranno alle fasi nazionali dei Campionati Studenteschi di atletica leggera presso lo stadio del CUS Palermo. La comitiva lecchese a PalermoStamattina la cerimonia di apertura in piazza Magione con l'accensione della fiaccola da parte della triplista Simona La Mantia e di Antonino Emanuele Schifani, figlio di Vito Schifani, agente di scorta che il 23 maggio 1992 perse la vita insieme a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, e i colleghi della Polizia Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. I ragazzi hanno ascoltato diverse testimonianze in questa giornata speciale. C'è stato anche lo spazio per esibizioni musicali dal vivo che hanno contribuito a creare un clima di festa. VIDEOUn passaggio doveroso anche all'aula bunker dell'Ucciardone, dove si tenne il maxiprocesso a Cosa nostra. In questi minuti il corteo, guidato dall'olimpionico e Direttore Tecnico del settore giovanile FIDAL Stefano Baldini, si sta spostando verso l'Albero Falcone, in via Notarbartolo, dove il magistrato viveva. Lì verrà rispettato un minuto di silenzio alle 17.58, l'ora esatta dell'attentato.«È una bella iniziativa con tantissime scuole coinvolte, dalle elementari alle superiori. Fa riflettere sapere che sono morte delle persone che hanno lottato consapevoli dei rischi a cui andavano incontro. Hanno avuto coraggio» ha commentato Jennifer Negri, studentessa del Bertacchi, che domani scenderà in pista nel salto in lungo. «Oggi siamo qui per dire il nostro no alle mafie e alla violenza insieme a tanti altri ragazzi» ha aggiunto Veronica Besana. L'allieva del Bachelet di Oggiono, che gareggerà nei 100 metri a ostacoli, è fresca di un primo posto con un promettente 13.46 al 36° Brixia Meeting, incontro internazionale dedicato agli under 18 di Italia, Austria, Germania e Slovenia. A Palermo è in compagnia delle due compagne di Istituto Alessia Gatti (100 metri) e Camilla Carboni (getto del peso). Nella comitiva lecchese anche Marta Radaelli (lancio del disco), liceale all'Agnesi di Merate. Le studentesse sono accompagnate dal prof. Tommaso Mattioli, referente per l'Educazione fisica dell'Ufficio scolastico provinciale di Lecco.

Molteno: 13enne soccorso in oratorio dopo una caduta

Mer, 23/05/2018 - 18:25
Intervento dei soccorsi questo pomeriggio all'oratorio di Molteno per un 13enne che poco prima delle ore 16 è caduto sul campo di calcio, riportando un trauma cranico. Le sue condizioni all'inizio avevano destato preoccupazione, tanto che i sanitari di automedica e Croce Verde di Bosisio Parini erano stati attivati per un codice rosso. Fortunatamente le sue condizioni si sono rivelate meno gravi del previsto. Soccorso sul posto è stato trasportato in codice giallo all'ospedale Manzoni di Lecco per essere sottoposto a ulteriori accertamenti.

Vimercate: auto contromano in tangenziale, schianto frontale

Mer, 23/05/2018 - 18:20
Ha imboccato contromano la A51 - Tangenziale Est, provocando dapprima l'uscita di strada di un'altra vettura poi uno schianto frontale a seguito del quale è stato trasferito in ambulanza in codice rosso al San Gerardo di Monza: protagonista della disavventura odierna un 84enne, alla guida della propria vettura nel senso contrario di marcia tra Vimercate Nord e Vimercate Centro. Le prime segnalazioni alle forze dell'ordine e al numero unico per le emergenze sono arrivate poco dopo le 15.30. Non sono bastate per evitare il peggio. Non si è fatto fortunatamente nulla il conducente di un mezzo che, trovatosi davanti l'autovettura che procedeva contromano, ha sterzato energicamente finendo fuori strada. Pochi minuti dopo, invece, l'impatto è stato inevitabile: la vettura dell'84enne si è schiantata contro quella di un 47enne. Il primo è stato estratto dall'abitacolo in gravi condizioni, al secondo è stato attribuito un codice giallo.

Missaglia: è pronto il ''preliminare'' per la messa in sicurezza di via Papa Giovanni

Mer, 23/05/2018 - 17:58
Un percorso protetto, due attraversamenti pedonali e altrettanti dossi. E' questo in sintesi il contenuto del progetto preliminare elaborato dalla Provincia di Lecco per mettere in sicurezza Via Papa Giovanni XXIII a Missaglia. L'arteria - che collega Piazza Libertà alla località Molinata - si è già resa più volte scenario di incidenti stradali spesso dovuti all'alta velocità di percorrenza dei mezzi in transito. L'accesso in Via Papa Giovanni XXIII da Piazza LibertàPer questa ragione lo scorso anno l'amministrazione comunale aveva deciso di prendersi in carico la titolarità della strada, sino a quel momento di competenza della Provincia di Lecco, in maniera tale da poter effettuare degli interventi di messa in sicurezza.''Il progetto preliminare è pronto'' ci ha spiegato in proposito il sindaco missagliese Bruno Crippa che nei giorni scorsi si è confrontato con i tecnici di Villa Locatelli che hanno steso un'ipotesi di intervento per limitare la pericolosità della strada. ''Lo abbiamo condiviso e ora attendiamo che la Provincia approvi la versione definitiva, mentre noi realizzeremo le opere per le quali abbiamo già stanziato dei fondi a bilancio''.I punti in cui sono previsti gli attraversamenti pedonali rialzatiL'intervento in Via Papa Giovanni XXIII prevede la realizzazione di un passaggio pedonale protetto tra Piazza Libertà e il cimitero, sul lato destro dell'arteria, tra gli attuali posteggi e la mura di cinta presente a margine della carreggiata. Questo consentirà di ridurre la larghezza della strada, spingendo così i mezzi in transito a ridurre la velocità di percorrenza. Sono altresì previsti due attraversamenti pedonali rialzati all'altezza dell'ingresso del cimitero e del condominio Primavera, nel punto in cui la maggior parte delle volte si verificano incidenti stradali. A completare l'intervento, la posa di due dossi all'intersezione con Via Grigna e all'accesso della località Molinata. L'incrocio tra la strada provinciale 54 e Via 1°MaggioLa presenza in paese dei tecnici della Provincia di Lecco ha consentito di affrontare una seconda criticità viabilistica: l'intersezione tra la provinciale 54 e Via 1°Maggio. L'attuale sistema a spartitraffico dovrebbe essere infatti sostituito da una classica rotonda alla francese. Anche in questo caso, del progetto dovrebbe farsi carico la Provincia, mentre il Comune sta già valutando delle ipotesi di finanziamento visto il momento decisamente non roseo per i bilanci dell'ente lecchese. ''Con la realizzazione della rotonda in Via 1°Maggio, dopo quella realizzata nei mesi scorsi a Casa Massimo, tutta la provinciale 54 sarà in sicurezza'' il commento del sindaco Bruno Crippa.

Emergenza sicurezza sui Treni. Corbetta, ''presidi Polfer anche a Besana''

Mer, 23/05/2018 - 15:48
Emergenza sicurezza nelle stazioni e sulle linee ferroviarie. Se ne è discusso anche in Consiglio Regionale dove è emerso che, fra le 7 linee considerate più pericolose in Lombardia, ben 4 attraversano la Brianza. Si tratta delle linee S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), S8 (Milano-Carnate-Lecco), S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano) e Milano-Carnate-Bergamo. In merito è intervenuto Alessandro Corbetta, consigliere regionale della Lega. "Trenord e Regione Lombardia stanno facendo il possibile - afferma Corbetta - per sopperire alle mancanze e alle inefficienze dello Stato centrale in materia di sicurezza a bordo e nelle stazioni. Sia con l'inserimento di 90 guardie giurate sulle linee e sia con provvedimenti quali la circolazione gratuita per gli appartenenti alle forze dell'ordine, la Regione sta dimostrando grande impegno su questo fronte. Ma sappiamo che non basta. Occorre un forte potenziamento del personale della Polizia Ferroviaria (POLFER), che su tutto il territorio della Lombardia può contare solamente su 590 unità, compreso il personale amministrativo. Credo inoltre che sia necessario aumentare i presidi della Polfer nelle stazioni ferroviarie. Oggi, nonostante i dati che testimoniano l'emergenza sicurezza e la situazione ad alto rischio, l'unico presidio Polfer in Brianza è quello della stazione di Monza"."In una interrogazione in Consiglio Regionale - annuncia Corbetta - proporrò a Regione Lombardia di attivarsi con il futuro Governo affinché sul nostro territorio, oltre a quello del capoluogo, vi sia un presidio della Polizia Ferroviaria anche a Seregno, Carnate e Besana in Brianza. Queste infatti - conclude Corbetta - sono stazioni centrali e strategiche per le linee che attraversano il nostro territorio e un presidio fisso della Polizia Ferroviaria garantirebbe maggiore sicurezza e interventi più rapidi sui treni in caso di situazioni critiche''.

Pagine